La leva promozionale dei superstore schiaccia gli iper. Una lotta impari vinta dal più agile dei formati

0

Come si è compreso nella precedente pubblicazione la pressione promozionale è composta da due grandi voci: quella denominata “price promo”, ovvero sconto sul prezzo a scaffale, e poi quella denominata “communication”, ovvero uno sconto determinato dall’utilizzo di coupon, omaggi, buoni pasto, etc. Si è scritto che la prima voce, “price promo”, è preponderante nell’ambito delle attività promozionali, così l’intento della presente analisi è di fare la necessaria chiarezza delle dinamiche che si generano all’interno di questa strategia.

A livello nazionale nel 2018, ove con esso si intende totale GDO Italia ed in aggiunta Discount e Drug Store, il “price promo” è aumentato dello 0,4% rispetto al 2017. Nel dettaglio gli sconti vengono differenziati per diversa intensità: dal 10% al 20%, dal 20% al 30%, dal 30% al 40% ed infine oltre il 40%.

Ebbene il 20,1% totale del price promo all’interno dell’intera leva promozionale si suddivide in sconti che assumono particolare rilevanza nelle aree dal 10% al 20% sul prezzo a scaffale (passato dal 5,9% del 2017 al 6,1% del 2018 come incidenza del totale vendite), e la prevalente area di sconto dal 20% al 30% (6,5% su 100% del totale vendite promo e no promo).

Gli sconti più corposi, ovvero quelli dal 30% al 40%, incrementano poco, dello 0,1% con una incidenza del 4,4% sul totale fatturato ed infine gli sconti oltre il 40% sul prezzo a scaffale sono quelli che hanno minor incidenza nel totale vendite, sebbene nei due anni analizzati si registri un leggero incremento dello 0,1%, arrivando al 3,1%.

Nell’articolo si entrerà nel dettaglio delle dinamiche di ogni formato, dal discount agli ipermercati, mettendo a confronto tutte le strategie e spiegando le dinamiche che si stanno ponendo in essere.

Entrando quindi nello specifico dei canali

GRAFICI, IMMAGINI E ALTRI CONTENUTI SONO RISERVATI AGLI ABBONATI

 

Dott. Andrea Meneghini
Analista ed esperto di Grande Distribuzione alimentare. E’ un attento osservatore delle dinamiche evolutive dei diversi format in Italia ed in Europa. Collabora con alcuni Gruppi della GDO italiana nelle aree di crisis communication management e news management. Affianca la Direzione Generale di alcuni Gruppi della GDO nella gestione delle strategie aziendali. Collabora anche con aziende del Mass Market Retail all'estero come assistant manager sull'italian food. Si può contattare scrivendo a meneghini@gdonews.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui