giovedì 18 Aprile 2024

Nova Coop e le sue eccellenti redditività/mq. Dimar grandi crescite nei Superstore

Coop Italia e Selex si confrontano nel nord con diversi gruppi della GDO, ma la battaglia più accesa è quella tra Dimar e Nova Coop. In questo studio recentemente pubblicato si analizzano le prestazioni dei punti vendita dei due gruppi, suddivisi per cluster, dalle superette ai supermercati (piccoli, medi, grandi) per passare ai mini ipermercati ed infine ai grandi ipermercati. Focus su fatturati e redditività per mq per ogni cluster di vendita, osservando "al microscopio" le dinamiche evolutive delle strategie dei due gruppi.

Coop Italia e Selex si sfidano spesso in diversi territori d’Italia. La prima è stata leader di mercato nazionale per molti anni, mentre la seconda aspira a diventarlo nei prossimi. In ogni area Nielsen ed in ogni regione le due Centrali si esprimono con le loro imprese associate, aziende che posseggono punti di vendita diretti ed affiliati e che si misurano nei micro territori con consumatori eterogenei.

Un territorio dove questo confronto è molto acceso è il Piemonte, una regione importante nel mondo del mass market retail e che, come il resto del nord ovest, è sotto il fuoco acceso dell’avanzata dei discount.

Proprio questa novità del mercato da diversi anni sta aggiornando non solo le quote di mercato, ma soprattutto le prestazioni delle vendite che si devono adeguare al nuovo quadro competitivo.

Spesso accade che gruppi della gdo storici diminuiscano le loro prestazioni per il solo fatto che il territorio si vada saturando; in definitiva gli abitanti più che incrementare calano, la popolazione tendenzialmente invecchia, insomma le dinamiche demografiche sono opposte alla crescita numerica dei punti vendita.

Ed è per questa ragione che è doveroso osservare come cambiano gli equilibri in tutta Italia, ed è molto interessante farlo studiando aziende eccellenti che nell’immaginario collettivo sono e saranno sempre leader.

Questo articolo descrive uno studio molto interessante nel cuore dell’Area 1 tra i gruppi della gdo Dimar e Nova Coop, svolto dall’ufficio studi di Istituto Georetail Italia, che ha messo a confronto due realtà che hanno percorsi e storie differenti ma che sono accomunate da fatturati molto simili e aree di competenza contingenti.

Istituto Georetail Italia e le nuove quote di mercato GDO

Il dato è fornito sulla base di uno studio che analizza i bilanci di tutte le partite IVA sia dei due gruppi che degli affiliati di Dimar (decurtando il fatturato di vendita dagli uni agli altri).

Peraltro qualche mese fa avevamo già svolto un confronto tra le due imprese, ma era concentrato sulle prestazioni dei rispettivi bilanci di esercizio.

Dimar e Novacoop: due modelli di business in un unico territorio

In questo, invece, si entrerà nel merito delle prestazioni dei punti vendita, suddivisi per cluster, dalle superette ai supermercati (piccoli, medi, grandi) per passare ai mini ipermercati ed infine ai grandi ipermercati. I numeri non sono solo quelli dei fatturati dei negozi, ma sono soprattutto le redditività per mq per ogni piccoli cluster di vendita, per osservare “al microscopio” le dinamiche evolutive delle strategie dei due gruppi.

La storia di Dimar è infatti iniziata nel 1975 nell’ambito della vendita alimentare all’ingrosso nella provincia di Cuneo ed è proseguito, pochi anni dopo, con l’ingresso nel Gruppo Selex e la nascita dell’insegna Mercatò nel 2007.

Oggi vanta quasi trecento negozi – la maggior parte dei quali concentrati proprio in Piemonte – e un team di quasi 4.300 dipendenti, la maggior parte dei quali donne. Nova Coop rappresenta invece una delle sette grandi cooperative che formano il consorzio Coop Italia, leader nella Gdo del Piemonte dove è presente con 65 punti vendita mentre ne possiede altri 3 in Lombardia. Nata nel 1989 affonda le sue radici nella storia della cooperazione piemontese iniziata a metà Ottocento, oggi è sostenuta da quasi seicentomila soci e occupa oltre 4.600 persone.

Parliamo dunque di due realtà che operano nello stesso contesto cercando di soddisfare la medesima tipologia di clientela chiarendo ancora una volta che il dato che emerge da questa analisi non è quindi quello pubblicato a bilancio dalle due imprese, ma il dato alle vendite di tutte le loro organizzazioni.

Inoltre, sarà cura dello studio pubblicato mettere a confronto le risultanze dei dati per stabilire una sorta di benchmark prestazionali sui singoli cluster di vendita.

L’ARTICOLO COMPLETO, I RELATIVI GRAFICI, IMMAGINI ED ALTRI CONTENUTI SONO RISERVATI AGLI ABBONATI. VERIFICA QUALE ABBONAMENTO E’ IL MIGLIORE PER LE TUE ESIGENZE

SEI GIA’ ABBONATO? ACCEDI QUI
.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui
Captcha verification failed!
CAPTCHA user score failed. Please contact us!

Ultimi Articoli

Penny Italia entra nei suoi 30 anni dopo un 2023 da...

0
L’azienda celebra i suoi 30 anni e racconta un 2023 di crescita alla conferenza stampa annuale. Cernusco Sul Naviglio, 17.04.24 | Si tiene il 17...

Esselunga apre a Mantova la profumeria Essere Bella

0
Ampliata anche l’offerta del superstore di piazzale Mondadori che si arricchisce di un’enoteca con sommelier  A circa tre anni dall’apertura del primo negozio a Mantova...

Despar Italia accelera nel percorso di crescita: 2023 incassi per 4,4...

0
Continua il percorso di crescita di Despar Italia, la società consortile che riunisce sotto il marchio Despar sei aziende della distribuzione alimentare e i...

Riapre lo storico supermarket Esselunga di via Monte Rosa a Milano

0
Ha riaperto oggi martedì 16 aprile lo storico negozio Esselunga di Milano in via Monte Rosa. Il supermarket è il secondo negozio che Esselunga ha aperto a Milano...

Risparmio Casa apre a Legnano

0
Risparmio Casa, il gruppo italiano specializzato nella distribuzione di prodotti per la cura della casa e della persona, ha aperto in Via Carlo Jucker...