GDO News
1 commento

Gli influencer come strumento di marketing: non sempre è tutto oro. Il caso Unilever

I cosiddetti influencer, personaggi noti e meno noti con un grande numero di followare sui social e la conseguente (supposta) capacità di influenzarne i comportamenti d’acquisto, sono sempre più importanti nelle strategie di marketing delle grandi aziende a livello planetario. Ma come spesso accade ci sono personaggi che, al fine di raggiungere questa sfera ambita per i vantaggi economici che può portare in termini di sponsorizzazioni, “taroccano” il loro vero potenziale di raccogliere followare e like acquistandoli sul mercato (eh si, nel mondo radiante dei social si vendono i like e i followare, e a caro prezzo). Molti di questi personaggi “famosi per essere famosi” (cit.) investono in followare e like come una qualsiasi azienda farebbe acquistando beni strumentali. Ma ovviamente i followare comprati non corrispondono a persone reali e quindi l’influencer non influenza come ci si aspetterebbe.

Unilever, evidentemente accortasi di aver investito su persone che non danno il ritorno aspettato, annuncia un giro di vite contro gli influencer che comprano like e follower. La multinazionale, infatti, intende abbandonarli per combattere le pratiche scorrette. “Gli influencer sono un modo importante per raggiungere i consumatori e far crescere il portafoglio di Unilever in considerazione della loro connessione autentica e diretta con le persone”, dichiara Keith Weed, chief marketing officer di Unilever. “Ma alcune pratiche come l’acquisto di follower possono facilmente minare queste relazioni”. Perciò l’azienda darà priorità ai partner che aumentano la trasparenza e aiutano a eliminare le cattive pratiche nel mondo digitale.

Si torna quindi a cercare personaggi che abbiano meriti nella vita reale a discapito di fenomeni social che sono spesso fuochi di paglia. Chissà se altre aziende seguiranno questa strada.

Tagged with: ,
Q COMMENTO
  1. bruno de vendittis

    Noto con piacere che grandi aziende si accostano sempre di più al mondo reale , attribuendo attraverso momenti di vita quotidiana vera , meriti a chi trasmette autenticita’ e genuinità nella scelta di prodotti e servizi

COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

ARTICOLI CORRELATI

Torna su