Vendite in calo per passata e pelati, crescono i sughi pronti

0

I sughi pronti vanno forte, tanto da superare la classica passata di pomodoro, vessillo dell’identità nazionale. I ritmi serrati dei tempi moderni non lasciano scampo e i consumatori italiani cercano sempre più spesso sugli scaffali salse già pronte e basi per sughi che consentono di mettere in tavola un piatto di pasta in pochi minuti. La conferma del nuovo trend arriva dall’analisi dei dati delle vendite di passata di pomodoro, polpa, pelati, sughi pronti e condimenti realizzate negli ultimi 12 mesi in supermercati e ipermercati italiani dove tre grandi player – Mutti, Conserve Italia e Petti – coprono da soli oltre il 50% del valore.

Questo comparto, nel perimetro Super+Iper, vale complessivamente più di 709 milioni di euro e nel periodo compreso tra maggio 2021 e maggio 2022 le vendite in Italia sono calate in media dell’1,1% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente: la media è frutto di un marcato calo nel Nord Ovest (- 2,7%) e di una crescita dell’1,5% al Sud. Il lieve segno meno però non deve indurre a pensare che si tratti di un mercato poco in salute: esso, infatti, arriva dopo le vendite record registrate durante la pandemia quando nei soli mesi di marzo e aprile 2020 le vendite crebbero del 50% e del 30% in termini di valore. Il ripiegamento assume quindi un rilievo quasi trascurabile.


L’ARTICOLO COMPLETO, I RELATIVI GRAFICI, IMMAGINI ED ALTRI CONTENUTI SONO RISERVATI AGLI ABBONATI. VERIFICA QUALE ABBONAMENTO E’ IL MIGLIORE PER LE TUE ESIGENZE

SEI GIA’ ABBONATO? ACCEDI QUI
.