Gruppo Arena apre due nuovi SuperConveniente. E se fosse il format capace di far uscire dalla Sicilia il Gruppo?

0

Il gruppo Arena cresce con i negozi SuperConveniente ma la novità è che una sua MDD competitiva ed un format di vicinato appena creato possono essere quelle armi in grado di trasformare la sua esclusiva vocazione isolana. La cronaca racconta di un punto vendita dal concept simile a quello di un negozio di vicinato che risponde sempre di più alle crescenti esigenze dei consumatori, reagendo con elasticità, ascolto e attenzione alle mutazioni del mercato. Questo è il format SuperConveniente di prossimità che il Gruppo Arena ha inaugurato l’8 Aprile, a Caltagirone (CT) e a Niscemi (CL).

Una sperimentazione che dal punto di vista strategico segna una novità nella strategia del Gruppo che per assecondare la domanda che arriva dal mercato, insieme alla sfida di sviluppare l’insegna SuperConveniente su territori meno presidiati, punta su una nuova concezione del format ancora più cittadino per offrire una spiccata convenienza anche per la spesa quotidiana sotto casa.

La proposta commerciale del format SuperConveniente “sotto casa” è quindi calibrata sulle abitudini di acquisto dei consumatori con prodotti provenienti dal territorio che, oltre alla selezione dei migliori prodotti di marche industriali a prezzi competitivi, si vanno ad affiancare ai prodotti a marchio della nuova MDD di successo del Gruppo Arena che unisce alla convenienza valori quali trasparenza, sicilianità, sicurezza e bontà.

“Gustomanno”, per la dispensa, “Terrabuona”, per il fresco e freschissimo, “Borgo Magno”, come espressione delle eccellenze locali, “Fontebuona” per il mondo beverage, “Bay” per i tutti i fuori pasto, “Marazur” per le conserve ittiche, “Mucho Amor” per gli amici animali, “Ren” per il cura persona, “Over” per il cura casa e “Sibal” per il piccolo e grande elettrodomestico.

I nuovi store di Caltagirone e Niscemi di circa 600 mt (quest’ultimo di proprietà del Gruppo Arena ma concesso in franchising segna un percorso di inizio di sviluppo del canale franchising per anche l’insegna SuperConveniente, dopo la storica partnership dei SuperConveniente di Trapani) puntano molto sul servizio e sulla relazione con il cliente, contribuendo a valorizzare l’identità del luogo, rispecchiandone l’anima gastronomica.

Luoghi accoglienti, moderni e a misura d’uomo per una spesa veloce e completa, con prodotti di tradizione e nuove tendenze di consumo.

Spazio ai freschi e ai prodotti locali, per una spesa quotidiana ottimizzata e a prezzi molto convenienti. Tutti i servizi sono altamente garantiti, così come i parcheggi rinnovati per un uso comodo e funzionale in città.

I due store sono dotati delle più innovative tecnologie per il risparmio energetico e il rispetto dell’ambiente, come l’utilizzo delle lampade a led e dell’anidride carbonica come fluido refrigerante per gli impianti frigo.

La continua creazione di posti di lavoro che raggiunge la quota di oltre 2700 collaboratori, la cultura per l’innovazione e formazione delle risorse umane e l’offerta di qualità diversificata nei vari contesti territoriali, testimoniano ancora la forza della leadership regionale di Gruppo Arena.

Il commento di GDONews

La strategia del gruppo Arena è ad una svolta; SuperConveniente è nato qualche anno fa per presidiare territori dove il modello Decò avrebbe faticato, per qualità della concorrenza e caratteristiche di alcuni bacini di utenza. Il format si basava su caratteristiche decisamente peculiari perchè, per fronteggiare gli ultra competitivi Lidl, MD ed Eurospin ed anche Ard (i discount in Sicilia hanno un’incidenza ben oltre il 30% del fatturato GDO), aveva costruito i suoi presupposti nella più semplice, ed allo stesso tempo più rischiosa, delle strategie: opporre loro le marche industriali a prezzi molto competitivi.

Il piccolo problema era che le grandi marche non concedono margini sufficienti per coprire i costi di gestione, non a caso tutti i retailer hanno bisogno di una MDD che possa supportare le vendite concedendo un mix di margine finale adeguato alle coperture.

In buona sostanza i SuperConveniente del Gruppo Arena dovevano fatturato molto ed avere assortimenti completi per poter stare in piedi con adeguato profitto. Giovanni Arena, sapiente inventore di formati distributivi e lungimirante calcolatore di ricavi e margini, seppe costruire un’offerta che grazie ad un assortimento di freschi e freschissimi profondissimo, completo, territoriale e competitivo soprattutto grazie ai maxi formati, riusciva a generare molto traffico nei negozi, producendo ricavi importanti e, soprattutto, marginalità per metro quadrato ragguardevoli.

Con l’acquisizione dei negozi ex Auchan la necessità di allargare il format si è creata in modo impellente, sia per non cannibalizzare la sua rete vendite, sia per approcciare diversi bacini di utenza, complicati dal punto di vista economico sociale. L’espansione ha portato alla possibilità di costruire una MDD adatta a quel format, tutta fatta in casa e quindi, sicuramente, decisamente competitiva.

Il pezzo che mancava al progetto era l’espansione; la Sicilia, per quanto grande, per giganti della distribuzione come il gruppo Arena iniziava a farsi stretta, il format Decò è meno vendibile perchè incontra la concorrenza delle insegne tradizionali nazionali, mentre i negozi di convenienza, soprattutto al sud, sono decisamente interessanti in termini di attività commerciali b2b. Non a caso un altro gruppo siciliano, Ergon di Ragusa, ha già iniziato la sua espansione fuori dalla regione, approdando in Calabria con un discount tout court completamente rigenerato (Ard).

Le metrature del SuperConveniente, sino alle due recenti aperture sopra descritte, erano decisamente importanti, con costi di gestione che non erano facilmente approcciabili dai piccoli imprenditori nei territori del sud Italia. Ma un format da 600 metri quadrati cambia completamente la questione.

Tra i negozi di convenienza ed i discount esiste ancora una linea di demarcazione di un certo rilievo: i primi trattano in modo piuttosto deciso le marche industriali, i secondi talvolta solo in termini strategici. Il gruppo Arena ha superato il miliardo di euro, Aicube garantisce contratti importanti, VèGè attività promozionali solide, in pratica il format di convenienza del Gruppo Arena, oltre alla MDD competitiva, può contare su rilevanti economie di scala per offrire competitività ai suoi partner.

Come sta già facendo Ergon, non è quindi improbabile che anche il Gruppo Arena arrivi in “continente” con un suo format e verifichi le condizioni per un’espansione che, sino a pochi anni fa, non era in programma.

Insomma è un mercato dinamico quello della Sicilia, le aziende di qualità hanno i numeri per portare cultura ed organizzazione anche alle regioni limitrofe, con offerte che hanno un senso compiuto e possono solo aiutare a far crescere la qualità del mercato.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui