COOP Italia (Pedroni) prevede un calo delle vendite in GDO

0

“I dati Istat confermano come nel 2020 si sia registrato il peggiore risultato per le vendite al dettaglio dell’ultimo decennio. Hanno retto solo le vendite alimentari (Istat indica un aumento del 2.4% in valore nel quarto trimestre) che si sono concentrate soprattutto sui discount e a seguire nei negozi di prossimità mentre i formati più grandi, e soprattutto gli ipermercati, hanno duramente pagato il prezzo delle limitazioni agli spostamenti urbani imposti dalla pandemia – così Marco Pedroni, attuale Presidente di Ancc-Coop (l’Associazione nazionale delle cooperative di consumatori) oltre che di Coop Italia –  Ci attende ora un 2021 difficile. L’Ufficio Studi Coop stima che in questo anno, le vendite della rete fisica della grande distribuzione possano accusare una flessione del 2,6% (-1,6% se si considera anche l’e-commerce). Le nostre indagini e il confronto quotidiano con milioni di persone ci dicono però che dopo la resilienza gli italiani sono pronti a voltare pagina con uno spirito di speranza e voglia di cambiamento. È dunque questa l’occasione che dovrà cogliere il prossimo Governo. Stimolare e orientare gli italiani verso i consumi sostenibili e adottare una politica per il settore retail che accompagni la sua evoluzione strutturale agevolando gli investimenti e la riconversione dei formati più maturi”.