Camì: riferimento IT per la GDO entra anche nel mondo delle farmacie. Nuova partnership con CGM Italia Group

0

La GDO italiana presenta particolarità talmente complesse che le aziende italiane, nell’ambito del mondo IT, hanno evoluto il loro know-how per soddisfare la complessità della sua organizzazione.

Il nodo cruciale che distingue il mass market retail italiano gira tutto attorno a due solidi concetti: il primo riguarda  le dimensioni delle catene retail, che sono piccole e numerose se paragonate ai principali paesi europei, il secondo è  il diffusissimo “business model” del franchising (che si traduce in associazionismo oppure affiliazione).

In Italia esistono circa 25 mila punti di vendita, contro ad esempio i circa 8 mila dell’Inghilterra, e le dimensioni medie dei negozi sono molto piccole. Per tale ragione le grandi multinazionali del mondo IT talvolta perdono la loro capacità di performance, soprattutto nell’elemento di servizio, ed ecco perché le aziende italiane, IT in ambito retail, presentano adattamenti straordinari alle complessità dei modelli di business italiani.

Camì informatica, riferimento della GDO proprio in questo ambito, grazie alla sua expertise maturata in quasi trent’anni di attività, ha recentemente messo a punto un progetto fortemente innovativo e di grande impatto stringendo una significativa collaborazione con uno dei colossi che fornisce software specifici per questo settore, la CGM Italia Group  che, attraverso la sua System House – CGM Pharmaone – e la sua Software House – Studio Farma – offre soluzioni software e servizi a più di  30.000 clienti tra medici, farmacie e dentisti oltre che ad ospedali/Asl e amministrazioni pubbliche.

Si tratta di una sinergia che permette alle due società di condividere le proprie competenze e la propria esperienza specifica – sistema casse per Camì esw di farmacia per CGM – per dar vita ad un progetto comune che mira a promuovere un miglioramento continuo, attraverso la tecnologia, dei servizi offerti ai cittadini.

L’applicativo Camì di self check out (CamìSco) e la suite applicativa di cassa (CamìPos) – semplici ed intuitivi ma di grande raffinatezza tecnica – vengono installati sulle nuove casse di self checkout delle farmacie e, grazie ai servizi messi a disposizione da CGM, sono in grado di acquisire direttamente tutti i dati relativi alle anagrafiche, ai codici a barre, alle offerte, alle fidelity e molto altro ancora per gestire il checkout del cliente non solo in modo veloce ed efficiente, ma soprattutto senza l’intervento diretto del farmacista.

Inoltre, dato che tutti i software Camì sono indipendenti dal sistema operativo e dall’Hardware esistente, viene data al cliente l’opportunità di utilizzare il proprio hardware oppure di poter scegliere tra una vasta gamma di proposte hardware che Camì stessa ha già interfacciato.

Una novità molto importante all’interno di questo progetto, riguarda poi i pagamenti gestiti dal nuovo software CamìPay.

Camì, installando  sul server di CGM il nuovo software CamìPay, permette al partner, attraverso una API, di usare periferiche non ancora integrate nel suo sistema e ai suoi clienti di poter ampliare la scelta di POS utilizzabili (Satispay e Pago PA).

Il software di Camì, infatti, ha integrato una vasta gamma di strumenti di pagamento ed offre quindi ai clienti della farmacia la possibilità di  poter utilizzare anche  strumenti di pagamento diversi – e più numerosi – rispetto a quelli che la farmacia stessa ha installato.

Un bel vantaggio se si considera che l’utilizzo crescente di carte di credito va ormai a scalzare l’uso del contante la cui gestione è, per ogni punto vendita, sempre impegnativa e complessa.

Infine – ma non meno stimolante – anche l’ambiente stesso della farmacia beneficerà delle novità introdotte certe  da questo progetto. Il cliente, percategorie di farmaci e para-farmaci, potrà gestire in autonomia il checkout – riducendo così i tempi di attesa e di permanenza in negozio – e senza l’intervento del farmacista, che potrà invece dedicarsi, con maggiore tranquillità, alle pratiche più delicate o di consulenza.

Questo nuovo progetto di farmacia “snella”, nel quale Camì e CGM mettono in comune le loro potenzialità e competenze, vedrà presto la luce a LUSON (BZ) e altre aperture si prevedono poi nel corso del 2021.

Sempre a Luson, il 15 gennaio 2021 verrà aperto, accanto all’ambulatorio, un centro di distribuzione di medicinali senza barriere architettoniche e in parte automatizzato tramite un terminale collegato ad un distributore automatico aperto 24 ore su 24.

Entrambi i progetti rappresentano un traguardo molto significativo in un contesto, come quello attuale, in cui la farmacia svolge un ruolo importantissimo e di riferimento per cittadini ed operatori del settore.

Scopri Camì

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui