Lidl Italia: più fatturato e più costi. Confronti con Eurospin

0

La scorsa settimana abbiamo analizzato le prestazioni di Lidl Italia verificando che in un modello di business più semplice, ovvero fatto solo di negozi diretti, la produttività che ne discende è decisamente interessante e superiore a quella del competitor italiano principale, Eurospin. Si è anche verificato quanto sia stata rilevante la crescita nei cinque anni 2014-2018 dell’azienda tedesca, al punto da avvicinarla molto al leader in termini di fatturato e di insidiarne la leadership.

Ciò, però, non significa che Eurospin sia un modello in difficoltà, al contrario, si è scritto che è una macchina perfetta, organizzata come una Centrale Acquisti nazionale con la sua capogruppo (Eurospin Italia Spa) e dove, in una logica che si divide tra strategia di vendita al dettaglio (con i suoi negozi diretti) e vendita all’ingrosso (con le vendite a negozi affiliati) riesce a dare a tutti i negozi una unica conformazione, ed a tutte le aziende del Gruppo una conformità di modello aziendale davvero eccezionale.

Da oggi si comincerà ad analizzare la parte più delicata del business di Lidl Italia, ovvero la gestione aziendale. Inizieremo con l’analisi della marginalità commerciale per comprenderne l’efficacia, per poi passare alle voci di costo comprese nelle spese per servizi (i trasporti, la pubblicità, la logistica, etc), e ad andare in profondità soprattutto nella voce più delicata, cioè quella del personale, cercando di comprendere se nella profonda evoluzione compiuta anche Lidl ha modificato, nel tempo, l’incidenza dei suoi costi. Alla fine dell’articolo verificheremo il risultato operativo con la valutazione dell’Ebitda, il conseguente Ebit ed infine la chiusura del Profit Margin del Bilancio 2018. La pubblicazione si concluderà in un confronto con il modello di Business di Eurospin. L’articolo è disponibile alla lettura per gli abbonati.

Nel’Annuario del Discount 2020 (acquistabile singolarmente oppure scaricabile dagli abbonati PREMIUM), l’aspetto dei costi e delle marginalità viene messo a confronto ancora più in profondità, ovvero nel suo trend che va dal 2014 al 2018 delle aziende LidlEurospinPenny MarketMD Spa e In’s Mercato.

Si ricorda che nel portale GDONews (acquistabile singolarmente e gratis per gli abbonati PREMIUM) è disponibile anche l’analisi dei Discount degli anni 2009-2013, molto utile se messo a confronto con l’annuario appena pubblicato.

GRAFICI, IMMAGINI E ALTRI CONTENUTI SONO RISERVATI AGLI ABBONATI

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui