GDO News
Nessun commento

MDD in Italia ed all’estero le differenze di metodo: il caso della Nicola Pantaleo Spa nell’olio extra vergine

La MDD, Marchio Del Distributore, è il frutto di una integrazione di due filosofie aziendali, quella del Retailer e quella del produttore, in una sorta di organizzazione costruita con un Brand che funge da front-end verso il consumatore ed un back-end ove attore principale è l’industria con la “qualità della sua produzione”: il Retailer si pone nel mezzo di questa organizzazione e ne dirige le operazioni.

In buona sostanza nel concetto di Private Label lo Store Brand del Retailer si avvicina maggiormente al consumatore traducendosi in prodotto con il marchio proprio (talvolta il medesimo store naming oppure con altro di fantasia) che deve saper trasferire al consumatore valori in assonanza con l’offerta generale e con le strategie aziendali rafforzandone la reputazione. In virtù di ciò occorre incontrare sul mercato un produttore che sappia, con la propria offerta di produzione e commerciale, interpretare nella miglior forma ciò che il brand vuole rappresentare.

Questo è esattamente il mestiere di un Private Label Officer

L’attività che porta alla scelta del produttore (partner) è di vitale importanza perché da esso dipende la relazione tra prodotto intrinseco e la brand reputation dell’insegna. In Italia i criteri di scelta dei produttori selezionati sono in generale abbastanza rigidi, soprattutto sulla qualità determinata dalla produzione e dai capitolati, ma all’estero in diversi Paesi esistono modelli di Retail che seguono criteri di gestione del prodotto Private Label estremamente più rigidi.

In Paesi come gli Stati Uniti (sebbene la PL non sia così strategica), la Germania in alcune catene Retail, in UK, in Giappone, in Sud Corea ed altri Paesi avanzati dove la MDD è una componente importante della vendita, le certificazioni internazionali sono un semplice biglietto da visita che poi viene verificato con metodi stringenti. Non solo, la componente logistica assume un ruolo fondamentale: le date di spedizione degli ordini sono chiuse e poco flessibili, non c’è possibilità di modificarle per eventuali ritardi di produzione, casistica abbastanza frequente in casa nostra. Un lungo viaggio, i controlli doganali, gli smistamenti nei diversi magazzini impongono una serietà estrema nell’organizzazione.

Si potrebbe affermare che diventare fornitori di prodotto a marchio di alcuni attori stranieri sia decisamente un beneficio per i produttori italiani, al punto che può trarne un vantaggio anche il nostro mass market retailer

Non sono, però, molte le categorie merceologiche dove l’Italia è davvero protagonista. Una è sicuramente l’olio di oliva ed extra vergine di oliva. È un mercato estremamente competitivo dove gli attori sono produttori del bacino del mediterraneo e nel quale si trovano eccellenti competitors. Essere produttore di olio ed essere un’azienda capace di sviluppare qualità nei progetti di MDD non è cosa scontata a certi livelli professionali. La Nicola Pantaleo SpA è una delle aziende nazionali più importanti nel panorama mondiale della MDD nella categoria, infatti i suoi oli raggiungono mercati importanti come gli Stati Uniti, la Corea del Sud, il Giappone e l’India.

Grazie alla qualità costante del suo olio extra vergine di oliva, come già riportato su questo portale a suo tempo, l’azienda pugliese è, tra i molti clienti retailers ed importatori, fornitrice della catena di supermercati americana “Shoprite” con varie referenze e formati a loro marchio oltre ad essere fornitrice del marchio “Botticelli”, considerato oggi tra i primi dieci marchi in territorio statunitense.

Anche in Giappone, nell’arco degli ultimi  25 anni, Pantaleo ha saputo costruire una reputazione importante come fornitore di Marca del Distributore. Il Gruppo Mitsubishi, che opera anche nel mercato food retail, ha scelto l’oleificio pugliese per costruire attorno ad esso il brand “Bosco”. Una collaborazione difficile, dove i parametri richiesti per essere fornitore sono molto stringenti, soprattutto per la costanza che è richiesta alla qualità dello stesso, tema assai complicato in questa categoria e dove un piccolo errore è in grado di compromettere anni di collaborazione.

L’oleificio Pantaleo ha saputo nel tempo conquistare il mercato asiatico, sia in Giappone che in Sud Corea, un altro mercato molto ricco. Sono mercati in crescita dove il cliente è alla costante ricerca di prodotti italiani da inserire nei propri assortimenti. Le caratteristiche di scelta del fornitore vertono su tutti gli ambiti qualitativi: da quella intrinseca imprescindibile e soprattutto costante, a quella aziendale ed organizzativa.

La Nicola Pantaleo Spa oggi è uno dei nostri fiori all’occhiello in quei mercati mondiali dove si pretende qualità e grande serietà organizzativa ed è una delle migliori risorse di cui anche il mercato italiano può disporre per costruire progetti di Marca Del Distributore di alta qualità, grande competitività ed assoluta serietà.

 

Nicola Pantaleo S.p.A.
Tel. +390804425588
web: www.pantaleo.it
e-mail: info@pantaleo.it

 

Tagged with:

COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

ARTICOLI CORRELATI

Torna su