GDO News
Nessun commento

Il Gruppo Arena acquisisce 11 importanti punti vendita di Abate ed è sempre più leader

Alcuni punti vendita, tra i più rappresentativi della storica azienda siciliana Roberto Abate Spa (ex Selex sino al 31.12), sono stati acquisiti dal Gruppo Fratelli Arena di Valguarnera (EN) che, con questa importante trattativa, confermano il ruolo di leadership nella Sicilia Centro Orientale. Sono 11 i negozi che entrano nell’orbita della quota di mercato del Gruppo: 2 Ipermercati, tra cui il noto Ipermercato del Centro Commerciale Etnapolis ed un altro metropolitano a Catania, 5 superstore ex Famila oltre a 4 supermercati A&O.

Al centro dell’importante trattativa vi sono stati i 331 lavoratori diretti dei supermercati del Gruppo Abate: la Fratelli Arena ha infatti accettato l’assorbimento non solo dei lavoratori diretti, ma in un’ottica di funzione sociale che un’impresa responsabile deve avere in un territorio così difficile, ha deciso di assumere anche ulteriori 25 lavoratori indiretti, ovvero i lavoratori degli uffici, i cosiddetti rotanti, ed i lavoratori della logistica, i cui rami d’azienda non erano comunque inseriti in procedura. Davvero un gesto che in Sicilia assume un valore particolare e che proietta l’azienda di Valguarnera, ma soprattutto la famiglia Arena, verso un ruolo di leadership che, oltre ai numeri, le quote e le cifre, si sostanzia anche in un anima, un cuore ed una visione d’impresa che in tempi come questi sono cosa rara.

Intanto il Gruppo ha chiuso brillantemente il 2018 con una crescita del 11,03% sull’anno precedente ma è rilevante constatare che, in un mercato che è calato moltissimo, a parità di rete si è avuta una importante crescita del +4,56%, raggiungendo un fatturato di insegna (alle vendite) di oltre 630 milioni di euro (forecast 2019 senza le acquisizioni).

“Il gruppo ha l’obiettivo nel medio periodo di arrivare al miliardo alle vendite come quota di mercato – spiega Giovanni Arena, direttore generale della Fratelli Arena, che prosegue – è inutile non guardare la realtà: l’avanzata dei Discount è dirompente. Hanno mezzi economici rilevanti ed in una terra difficile come la nostra il consumatore viene affascinato dalla loro competitività. La nostra azienda ha sicuramente un ruolo anche sociale, lo abbiamo dimostrato una volta in più in questa importante acquisizione, con l’assunzione di una numero di dipendenti che andava oltre le necessità imposte dalla procedura, ed abbiamo intenzione di dare ai cittadini, che sono anche i nostri consumatori, tutte le risposte alle loro esigenze attraverso la cultura del servizio, della convenienza e con un’offerta che sappia anche esaltare le nostre radici. In questa direzione vanno le nostre strategie multi canale e multi insegna ed anche le nostre acquisizioni”.

Nella Foto: Giovanni Arena, Direttore Generale del Gruppo Arena

I negozi ex Famila sono in crisi da diversi mesi, e nell’ultimo periodo le prestazioni dei punti di vendita hanno risentito dello stato di incertezza dell’azienda. La volontà della Fratelli Arena è di far ripartire immediatamente la macchina organizzativa, che singhiozza da troppo tempo, con vigore e competitività commerciale.

“Nella prima fase – spiega ancora Giovanni Arena – l‘interesse principale è quello di riaprire velocemente i punti vendita per poi adeguarli in un secondo momento ai format a cui saranno destinati secondo i loro rispettivi bacini di utenza,. Il nostro obbiettivo è ridare subito occupazione ai lavoratori da un lato e dall’altro portare una rinnovata fiducia ai consumatori”.

Nel frattempo il Gruppo Arena ha iniziato il 2019 in maniera davvero eccezionale: secondo Nielsen è protagonista di una crescita, in progressivo a parità di rete (alla seconda settimana), del 19,08%. Nielsen rileva poi che la Regione Sicilia senza il Gruppo Arena crescerebbe solo del 8,86%, e che grazie ad esso la media del territorio arriva ad 11,45% (Super+Iper+LS).

 

Tagged with:

COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

ARTICOLI CORRELATI

Torna su