GDO News
Nessun commento

Partenope Converting: i drugstore e la GDO hanno il loro partner nel segmento tissue

Partnenope Converting è un grande produttore nazionale che nasce dalla volontà di quattro grandi aziende, produttrici e trasformatrici di carta, e che attraverso un progetto di branding ha l’ambizione di presentarsi al mercato come un partner affidabile con cui creare progetti di categoria ed anche, in taluni casi, progetti di private label.

L’azienda produce materia prima e la trasforma in ben quattro siti di produzione, ubicati tutti nel sud Italia.

Sebbene l’ambizione dell’azienda sia quella di essere un riferimento nazionale sia per attività di category che di progetti di private label, l’ubicazione la rende già un partner assolutamente privilegiato per tutte quelle aziende che gravitano il loro raggio di azione soprattutto nel centro sud Italia.

Tutti i drugstores e la GDO che cercano un partner nel segmento tissue a cui affidare la responsabilità del dialogo tra prodotto (e la sua qualità) e consumatore trovano in Partenope Converting un produttore esperto e competente che conosce perfettamente come relazionarsi al consumatore finale.

Sino ad oggi l’esperienza della società è stata costruita grazie alla collaborazione con grandi multinazionali che hanno affidato al partner campano la produzione dei grandi marchi presenti oggi sul mercato.

E’ però arrivato il momento di trovare un nuovo dialogo con i distributore finale, colui che si rivolge al consumatore: e così nasce il marchio Cometa, chiaro, efficace, che offre al consumatore un patto: faccio promesse e le mantengo. In pratica il patto si sostanzia nell’inserire una sorta di scheda tecnica del prodotto sul packaging in cui si comunica direttamente al consumatore finale quali sono le caratteristiche tecniche del prodotto che utilizzerà, quindi gli si dice tutto.

Partenope Converting è anche una azienda che ha nella sua offerta un catalogo promozionale come i tovaglioli fotografici che nell’estate appena trascorsa hanno avuto esiti di vendite molto sorprendenti.

COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

ARTICOLI CORRELATI

Torna su