GDO News
Nessun commento

Grocery: dopo 3 mesi l’Area 1 non decolla, nemmeno con la Pasqua. Lombardia e Piemonte in difficoltà

Ogni mese GDONews riserva ai suoi abbonati una profonda analisi relativa agli andamenti di fatturato della Grande Distribuzione. E’ una guida operativa per chi vuole studiare questo mercato oppure per chi vi opera (come manager della Distribuzione e dell’industria). In questo articolo analizzeremo la terza parte dei dati del mese di Marzo 2018, partendo dai grafici già pubblicati da Nielsen.  Per accedere alla visione totale di tutti i grafici e delle tabelle, e per leggere anche i dati in precedenza pubblicati è necessario essere abbonati al portale cliccando qui. 

Presa coscienza che il Grocery ha performato molto bene nel mese della Pasqua, andiamo oggi ad analizzare nel dettaglio come si è espresso nei singoli formati distributivi.

Analizzando le vendite a valore (vedi grafico sotto) si può notare come gli Ipermercati abbiano compiuto un salto notevole rispetto allo scorso anno, ben superiore rispetto a quello compiuto dal libero servizio (dove i freschi sono cruciali) ma anche e soprattutto superiore al Discount, formato in cui il grocery è strategico, così come nei specialisti Drug dove, invece, è praticamente totalitario.

***Il grafico/La tabella è visibile solo agli abbonati***

Il canale Super (400-4499) è cresciuto più di tutti recuperando molto terreno perso nel primo mese. Il contraccolpo che ci aspettiamo di leggere nei dati di Aprile sarà pesante ma sarà interessante vedere come risponderà il grocery, la macro categoria più performante di tutte, nel mese più difficile dell’anno (Aprile).

Se andiamo ad analizzare i volumi (vedi grafico sotto) ci accorgiamo che negli Iper la crescita è più contenuta rispetto ai supermercati. Anche il Libero Servizio presenta un dato interessante, perché la crescita a volume supera quella a valore.

***Il grafico/La tabella è visibile solo agli abbonati***

Il progressivo a valore fotografa una situazione che premia il Drugstore, formato che risente meno della Pasqua (rispetto agli altri formati), buono anche l’andamento del Discount.

***Il grafico/La tabella è visibile solo agli abbonati***

Male il Libero Servizio dopo l’anno di grazia 2017, e male anche gli Ipermercati che, sebbene con segno positivo, affronteranno molto deboli le vicissitudini del prossimo (negli studi) mese di Aprile, quello della Pasqua 2017.

Nell’analisi delle rotazioni (volumi) il quadro precedente viene sostanzialmente confermato. Si avvisa una tendenza inflattiva che aiuta il fatturato, ma è davvero minima.

***Il grafico/La tabella è visibile solo agli abbonati***

Entrando nel dettaglio delle performance dei vari formati ci si rende conto meglio delle dinamiche che hanno contraddistinto il mese di Marzo. Chi ha performato meglio nella macro categoria grocery sono stati i piccoli supermercati, quelli di prossimità (400-799) che hanno prodotto un incremento del

GRAFICI, IMMAGINI E ALTRI CONTENUTI SONO RISERVATI AGLI ABBONATI

 
Dati dell'autore:
Ha scritto 829 articoli
Dott. Andrea Meneghini

Analista ed esperto di Grande Distribuzione alimentare.E’ un attento osservatore delle dinamiche evolutive dei format discount e supermercati in Italia ed in Europa. Opera come manager per alcuni gruppi alimentari sullo sviluppo all’estero, soprattutto nord Europa e Medio Oriente. Ha scritto il libro per la catena Lillo Spa “Vent’anni di un successo”.

COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

ARTICOLI CORRELATI

Torna su