GDO News
Nessun commento

Olio Sagra: campagna print e digital per il rilancio dell’Olio EVO Bassa Acidità

Il 2018 è l’anno del rilancio di Bassa Acidità, l’Olio Extra Vergine di punta della gamma Sagra.
Con una campagna stampa, digital e social, dedicata al suo prodotto premiumSagra conferma il suo storico approccio culturale alla comunicazione dell’olio extra vergine di oliva.
Nel 1990 Sagra è stato il primo marchio a credere nel valore della bassa acidità e a metterlo al centro della comunicazione, sul packaging e nelle campagne pubblicitarie. Una convinzione che continua ancora oggi, come dimostra la creatività firmata da The Ping, in uscita in queste settimane sui principali quotidiani nazionali, periodici e riviste di cucina, nell’ambito di una campagna crossmediale che coinvolge anche i principali canali tematici di cucina e un nutrito gruppo di influencers attivi sui temi alimentazione e benessere.
“Ci proviamo gusto a essere molto bassi” è il claim. La bottiglia dell’olio extra vergine Bassa Acidità Sagra emerge con i suoi colori da uno sfondo scuro, l’ardesia della lavagna, voluto per sottolineare l’approccio educativo della campagna, che vuole trasferire ai consumatori le nozioni utili a spiegare cosa sia la Bassa Acidità e perché sia un indice di qualità. La bottiglia è anche il metro che serve a misurare le diverse percentuali di acidità libera che possono essere contenute nei diversi oli. Sullo sfondo ardesia della campagna, spicca anche il tricolore italiano, perché l’Olio Extra Vergine di Oliva Bassa Acidità Sagra è prodotto con sole olive italiane (principalmente provenienti da Sicilia e Puglia), che frante in meno di 24 ore dal raccolto mantengono al meglio tutta la loro naturalezza, che si esprime al meglio con un’acidità di molto inferiore al livello massimo consentito per legge.
Tagged with:

COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

ARTICOLI CORRELATI

Torna su