GDO News
Nessun commento

Mentre i fatturati riprendono la corsa si scopre che a Gennaio la pressione promo era a livelli molto bassi

Ogni mese pubblichiamo una serie di articoli con le analisi delle risultanze mensili dei dati Nielsen allo scopo di andare in profondità sui dati statistici che fotografano gli andamenti tutte le settimane nei principali quotidiani italiani, ed anche su GDONews.

La differenza tra le fotografie settimanali e le nostre analisi mensili è molto semplice: le prime sono semplici dati comunicati al mercato, le seconde vanno in profondità dei perché delle risultanze numeriche e ne tratteggiano una storia dando un filo logico a semplici numeri statistici.

Oggi (per chi legge) esce su Repubblica l’ultimo dato relativo alle vendite GDO (super+Iper) dal 5 all’11 Marzo.

Ebbene nel periodo indicato le vendite sono cresciute dell’1,83%.

Questo progresso ha riportato il bilancio del mese in corso in territorio positivo (+0,34%), mentre per riassorbire le perdite da inizio anno ci vorrà molto più tempo (e convinzione da parte dei consumatori): infatti dal 1 gennaio il rosso è ancora un pesantissimo -2,35%.

La Pasqua cadrà su Marzo, al contrario dello scorso anno, però si può dire con certezza che nelle vendite dal 5 all’11 Marzo l’effetto pasqua è lontano dall’avverarsi.

 

***Il grafico/La tabella è visibile solo agli abbonati***

Nelle ultime due settimane avevamo pubblicato i dati relativi al mese di Gennaio e studiati in profondità compiendo una serie di riflessioni che riassumiamo qui sotto in punti:

Il negativo rispetto al Gennaio 2017 è rilevante ma è successivo ad un mese di Dicembre che si può considerare indimenticabile Esistono territori che nel mese di Gennaio hanno perso molto (soprattutto area 4) ma il dato che abbassa tutte le statistiche è il dato negativo riferito all’area 1, che in ponderata influisce molto. Tutti i formati hanno perso ma il dato eclatante arriva dagli Ipermercati, vero anello debole. I Freschi, dopo un anno e mezzo eccezionale, tornano a livelli normali

Tutte queste riflessioni sono sempre state avvalorate da tabelle e grafici a supporto, sia tra il confronto 2018-2017 ma anche tra 2017 e 2016.

La fotografia registrata da Nielsen ed oggi pubblicata sul quotidiano Repubblica ci racconta come gli eventi stanno finalmente volgendo verso migliori esiti, ma rimane da capire quale dei punti di cui sopra è cambiato.

Ciò che solitamente ci proponiamo nei nostri scritti è fare informazione, ma vogliamo farla dando i perché alle cose, non basta una fotografia per chiarire un concetto.

L’ultimo approfondimento che si deve compiere nell’analisi delle performance della GDO di Gennaio 2018 è relativo ai prezzi, alle promozioni ed alla Private Label, ovvero a quelle che potremmo chiamare “le impostazioni” della GDO, ossia quegli strumenti che vengono impostati e che sono la base delle attività e dei riscontri di fatturato.

Nell’ordine: la fase

GRAFICI, IMMAGINI E ALTRI CONTENUTI SONO RISERVATI AGLI ABBONATI

 
Dati dell'autore:
Ha scritto 811 articoli
Dott. Andrea Meneghini

Analista ed esperto di Grande Distribuzione alimentare.E’ un attento osservatore delle dinamiche evolutive dei format discount e supermercati in Italia ed in Europa. Opera come manager per alcuni gruppi alimentari sullo sviluppo all’estero, soprattutto nord Europa e Medio Oriente. Ha scritto il libro per la catena Lillo Spa “Vent’anni di un successo”.

COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

ARTICOLI CORRELATI

Torna su