mercoledì 24 Luglio 2024

Tesco ristruttura il business licenziando migliaia di persone e chiudendo negozi

Dave Lewis, Chief Executive Officer di Tesco, ha annunciato oggi un drastico piano di ristrutturazione per l’azienda di supermercati.  Il piano, lungamente atteso, arriva dopo un lungo periodo di crisi per Tesco, caratterizzato tra l’altro da una riduzione dei profitti e da uno scandalo contabile.

Il piano annunciato oggi da Lewis prevede un ridimensionamento della rete di vendita, con la chiusura di 43 negozi (prevalentemente piccoli shop Tesco Express, oggi non profittevoli) e la cancellazione della prevista apertura di 51 nuovi Tesco-extra (mega-stores che danno lavoro anche a 1,000 dipendenti ciascuno), che Lewis ha definito “progetti che semplicemente non ci possiamo permettere”.

Una parte importante del piano riguarda lo spostamento dell’headquarter da Cheshunt, dove si trova sin dalla nascita, a Welwyn Garden City nell’ Hertfordshire.

Prevista anche una forte riduzione del personale, con l’obiettivo di ridurre i costi del 30%. I licenziamenti partiranno dal prossimo mese, e potranno riguardare migliaia di persone. Tesco è attualmente l’azienda privata inglese con il maggior numero di dipendenti (314,000), dei quali circa 3,000 lavorano alla sede centrale.

Sarà chiuso l’attuale fondo pensione dei dipendenti – considerato uno dei più generosi nell’industria, in quanto la pensione è legata all’ultimo stipendio e non ai contributi versati – e sostituito con uno schema meno oneroso per l’azienda.

Lewis ha anche annunciato l’intenzione di valutare opzioni per Dunnhumby, la controllata che gestisce il loyalty scheme ClubCard e analizza tutti i dati di vendita di Tesco. La società potrebbe essere venduta.

Infine, il servizio di video streaming Blinkbox, da sempre in perdita, sarà venduto alla società di comunicazioni Talk Talk per una cifra attorno ai £5m.

Soprannominato “Drastic Dave”, Lewis è considerato un manager di grande capacità nel difficile compito del rilancio e della ristrutturazione di business in difficoltà.  Il piano per il rilancio di Tesco è stato molto apprezzato dai mercati finanziari, che hanno premiato l’azienda con un aumento del valore delle azioni del 15%.

Claudio Zannetti
Claudio Zannetti
Consulente commerciale e marketing di esperienza pluridecennale nel settore non food. Ricopre il ruolo di referente commerciale di GDONews per il nord Italia.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui
Captcha verification failed!
CAPTCHA user score failed. Please contact us!

Ultimi Articoli

Unicoop Firenze cede i punti vendita romani a PAC 2000A

0
Unicoop Firenze ha annunciato di aver finalizzato un accordo preliminare per vendere i suoi punti vendita a Roma, operanti sotto il marchio Doc*Roma. La...

iN’s Mercato rafforza la sua presenza in Lombardia e Liguria con...

0
Con l'obiettivo di rafforzare la propria presenza nel nord Italia, iN's Mercato, catena discount con sede a Venezia e operante in 12 regioni con...

Unes avanza nel rebranding: nuove ristrutturazioni a Torino, Treviglio e Gavirate

0
La catena di grande distribuzione Unes continua il suo percorso di rebranding, avviato lo scorso novembre, trasformando tutti i suoi negozi sotto la nuova...

Nova Coop apre ad Ivrea un nuovo superstore

0
Da giovedì 18 luglio, la città di Ivrea, in provincia di Torino, accoglierà l'apertura di un nuovo superstore realizzato da Nova Coop. Situato in...

MD arriva a quota 186 negozi in Lombardia con il nuovo...

0
Il primo punto vendita MD a Lissone ha aperto le sue porte con un simbolico taglio del nastro al femminile, eseguito dalla Store Manager....