Uova di Pasqua, aumenti fino al 20% per il cacao

0

Arriva l’ impennata anche sui prezzi dei listini dell’irrinunciabile uovo di Pasqua. E’ una rilevazione fatta la scorsa settimana dal Codacons. L’aumento per il consumatore dell’uovo di cioccolato può sfiorare il 20%, che sia di marca o low cost, il costo è alle stelle: il 9,3% in più per un uovo medio di marca, il 9,7% non di marca rispetto al 2010. Il risparmio c’ è nei supermercati e ipermercati in media del 30% rispetto ai negozi tradizionali, e il 50% negli hard discount. Gli aumenti sono il risultato del rigonfiamento dei prezzi e delle speculazioni su cacao e zucchero, chiarisce Marco Donzelli, presidente del Codacons.
Con il prezzo del cacao cresciuto vertiginosamente per i problemi di leadership della Costa dAvorio, che è il primo produttore mondiale, e lo zucchero la cui corsa agli aumenti si è fermata solo a febbraio. E avverte: il commercio abusa di queste pressioni nei prezzi nei mercati dove si può far leva sul benessere delle famiglie. Le aziende hanno chiesto variazioni nel listino dal 4 al 10%, anche se Coop è impegnata contenerne il peso sul consumatore, conferma Francesco De Rose, category manager di Coop Italia per il settore dolciario, e racconta che a determinare il prezzo finale è anche il tipo di sorpresa, i costi di trasporto e del packaging e, quest’anno, aumenti a due cifre riguardano anche i prodotti da forno come colombe.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui