GDO News
Nessun commento

Tesco e il Viagra a metà prezzo

Rischia di scoppiare una vera e propria “guerra del Viagra” in Inghilterra, complice la decisione di Tesco di mettere in vendita dal 27 settembre in 300 farmacie in altrettanti punti vendita sparsi in tutto il paese, la “pillolina miracolosa” per l’impotenza maschile a metà prezzo: ovvero, 52 sterline (quasi 62 euro) per 8 pasticche blu contro le 55 sterline (pari a 65,5 euro) per la confezione da 4 che si pagano, invece, abitualmente da Boots, catena leader in Gran Bretagna nel settore farmacie e bellezza, che da un anno vende direttamente il Viagra senza ricetta medica (il rimedio si trova anche online, in siti non meglio certificati che pubblicizzano anche il “viagra generico”, ovvero senza l’indicazione del nome commerciale e che in Italia sarà in vendita dal 2013).
In pratica, da oggi, i clienti che andranno a fare la spesa nel popolare supermercato inglese (il primo a vendere il farmaco anti impotenza sui propri scaffali), potranno aggiungere nel carrello anche una confezione di Viagra e pagarla direttamente alla cassa, come fosse una confezione di birra o un barattolo di ketchup. «Tesco fornirà il prodotto al costo più basso per coloro che, per svariati motivi, non hanno una ricetta privata del loro medico – ha spiegato al londinese Daily Mail Shona Scott, direttore commerciale dei servizi farmaceutici della catena – . Fino a questo momento, solo Boots offriva una simile possibilità, anche se te la faceva pagare 55 sterline per sole 4 pillole».
A quanto pare, i farmacisti di Tesco sarebbero già stati catechizzati su come aiutare gli uomini potenzialmente idonei per il Viagra (ovvero, quelli di età compresa fra i 45 e i 60 anni) che dovranno completare un questionario e farsi misurare la pressione arteriosa, il diabete e il colesterolo prima di assicurarsi il prezioso carico blu: nel caso, infatti, venissero riscontrati livelli anomali di tali valori, il farmacista può rifiutare la vendita del farmaco al soggetto in questione ed invitarlo a rivolgersi al suo medico di fiducia.
In Italia, invece, il Viagra è acquistabile solo in farmacia e con la ricetta. «Sarebbe davvero inopportuno che venisse omologato ai prodotti da banco – ha spiegato il professor Pierpaolo Graziotti, responsabile dell’Unità Operativa di Urologia di Humanitas, sul sito Humanitas Salute – perché capita spesso che il medico richieda un’apposita visita andrologica prima di prescrivere il prodotto. A mio parere, spetta soprattutto al medico di famiglia valutare se sia il caso oppure no di dare il farmaco, perché nessuno meglio di lui conosce la persona e la situazione nel suo complesso».

[Via Il Corriere]

Tagged with: ,
Dati dell'autore:
Ha scritto 545 articoli
Dott. Alessandro Foroni

Esperto di sociologia, organizza reti vendita e merchandising a livello nazionale, prepara i funzionari alla negoziazione con il trade.

COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

Torna su