giovedì 18 Luglio 2024

Ottobre 2023: il fatturato della GDO torna a salire. Male i Liberi Servizi, bene Superstore

Il trimestre antinflazione non sta funzionando. L'incremento del trend della GDO rispetto a settembre 2022 non è una bella notizia. Crescono bene gli specialisti drug ed i superstore. I discount crescono di più dei supermercati. L'area 4 scende notevolmente

Ad ottobre il fatturato della GDO è rimasto in incremento del +6,8% rispetto all’anno precedente. Il dato è conseguenza della spinta inflattiva che ancora non si è sopita, nonostante i proclami del Ministro Urso.

Il dato ha sorpreso un pò tutti che si aspettavano una regressione più marcata ma così non è stato. Anzi, nel mese di settembre il fatturato incrementale del +6,6% rispetto all’anno precedente aveva fatto tutti sperare in un abbassamento consequenziale di ottobre che, invece, non si è avuto.

Si pensi, inoltre, che nell’ottobre ’22 il trend registrava il +7,7%, quindi eravamo in piena ascesa dei prezzi, a conferma del fatto che lo scorso mese il confronto era con un anno precedente molto alto. Ed invece a quel dato incrementale va aggiunto il +6,8%.

Ecco il successo del trimestre antinflazione; mancano due mesi, speriamo nella Divina Provvidenza.

Entrando nel dettaglio sorprendono le prestazioni dei singoli format: specialisti drug in grande evoluzione (+11,3%), forte incremento del canale superstore (+8,7%). Il Discount (+7,5%) è cresciuto di più dei supermercati (+6,3%).

Si conferma la crisi, in questo ambito, dei liberi servizi (+3,8%) e la regressione degli Iper (+5,2%).

Il dato progressivo

La prospettiva del 2023 nel dato AT ottobre 23 ci porta ad un incremento della GDO del +8,7%, contro il +5,5% di un anno fa.

La grande inflazione del primo semestre incide ancora molto sui risultati dei primi dieci mesi.

Entrando nel dettaglio dei formati di vendita si conferma quanto scritto sopra: forte ascesa degli specialisti drug (11,6%) e dei superstore (10,4%). Le prestazioni dei discount (9,5%) superiori a quelle del canale supermercati (8,3%).

Liberi Servizi (7,2%) e Ipermercati (7,1%) salvati dall’inflazione nel 2023.

Le aree Nielsen

Continua l’ascesa dell’area 2 nel mese di ottobre (7,8%), il resto dei territori registra trend i discesa. Rispetto allo scorso anno e rispetto ai mesi precedenti.

Sotto i grafici relativi ad ottobre 22 ed a settembre 23

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui
Captcha verification failed!
CAPTCHA user score failed. Please contact us!

Ultimi Articoli

Unes avanza nel rebranding: nuove ristrutturazioni a Torino, Treviglio e Gavirate

0
La catena di grande distribuzione Unes continua il suo percorso di rebranding, avviato lo scorso novembre, trasformando tutti i suoi negozi sotto la nuova...

Nova Coop apre ad Ivrea un nuovo superstore

0
Da giovedì 18 luglio, la città di Ivrea, in provincia di Torino, accoglierà l'apertura di un nuovo superstore realizzato da Nova Coop. Situato in...

MD arriva a quota 186 negozi in Lombardia con il nuovo...

0
Il primo punto vendita MD a Lissone ha aperto le sue porte con un simbolico taglio del nastro al femminile, eseguito dalla Store Manager....

A Crescentino (VC) inaugura il primo PetStore Conad della zona

0
A Crescentino (VC) apre il primo PetStore Conad di via Faldella, un negozio con un'ampia gamma di servizi e prodotti per i nostri amici...

Apre il nuovo Crai Villafranca: focus su prodotti locali e freschi

0
Giovedì 4 luglio è stato inaugurato il nuovo supermercato Crai Villafranca, in provincia di Forlì. Il punto vendita offre oltre 2000 referenze, di cui...