Quote discount 2020: i 3 maggiori player crescono, ma dietro a loro 5 insegne si avvicinano al miliardo di vendite ciascuna

0

In queste settimane si è spiegato a più riprese che il format discount è da considerare a pieno titolo come una delle alternative che il consumatore ha disponibile per realizzare acquisti frequenti e completi, ovvero quelli che si inquadrano dentro l’offerta di prossimità. Per tale ragione abbiamo dedicato un ampio spazio (tre pubblicazioni) a quei formati distributivi (supermercati+libero servizio+ discount) che tutti assieme valgono oltre 80 miliardi di euro (fatturato anno 2020).

Però è pur vero che la cultura del mass market retail ha sempre distinto i formati tradizionali dalle formule storicamente denominate discount, relegando questi ad una loro autonoma esistenza, con una loro autonoma suddivisione delle quote di mercato. Ci è sembrato, così, opportuno dedicare al tre due pubblicazioni a questo argomento, pur sapendo che il mercato oggi va considerato come un tutt’uno, esattamente come lo considera il consumatore; questo primo articolo si occupa di quote di mercato del discount a livello nazionale e descrive, come si potrà leggere, l’ascesa che il format ha compiuto nel 2020, più rilevante rispetto al pur dinamico recente passato. Sarà altresì interessante notare che questa non è stata solo determinata dagli incrementi delle prime tre grandi insegne, perchè oggi almeno altre 5 insegne sono cresciute al punto che i loro sell out valgono (in tre casi quasi) 1 miliardo. Ed il fatto più curioso è che di queste 5 insegne, 4 appartengono ad aziende che sono protagoniste nel mass market retail tradizionale, quindi con supermercati, superstore ed ipermercati. Ben 4 insegne di provenienza dal mondo dei formati tradizionali hanno portato le loro espressioni del format discount a realizzare vendite che con la pandemia hanno assunto valori decisamente rilevanti.

Il leader di mercato è Eurospin con quasi

GRAFICI, IMMAGINI E ALTRI CONTENUTI SONO RISERVATI AGLI ABBONATI

 

Dott. Andrea Meneghini
Analista ed esperto di Grande Distribuzione alimentare. E’ un attento osservatore delle dinamiche evolutive dei diversi format in Italia ed in Europa. Collabora con alcuni Gruppi della GDO italiana nelle aree di crisis communication management e news management. Affianca la Direzione Generale di alcuni Gruppi della GDO nella gestione delle strategie aziendali. Collabora anche con aziende del Mass Market Retail all'estero come assistant manager sull'italian food. Si può contattare scrivendo a meneghini@gdonews.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui