Il vino della Tenuta di Castelfalfi: storia e qualità, un ottimo partner per la GDO Italiana e mondiale

0

Lo scaffale dei vini è il territorio dove il category manager della GDO riunisce differenti offerte di bottiglie provenienti da tutta Italia: sconti, promozioni, offerte, nel carrello della spesa del consumatore la scelta del vino si deve coniugare al resto delle sue necessità. Ma quando questi sceglie una bottiglia in testa ha chiari due concetti: conosce quale vitigno comprare e si autodetermina un limite di prezzo che è disposto a spendere.

Dentro queste regole si realizza il processo di scelta della bottiglia di vino che dovrà accompagnare il consumatore nel suo quotidiano.

La tenuta di Castelfalfi (FI) è il luogo in cui si produce un vino sontuoso, così come sontuosa è la dimora e la sua storia: si pensi che la destinazione vinicola del territorio è testimoniata dalla presenza di botti ai piani inferiori del suo Castello medievale (1300 anni). L’edificio che oggi ospita l’azienda ha circa 60 anni ed era dove la produzione locale era maggiormente concentrata. Grazie anche alla presenza di un frantoio, che permette ancora oggi ai contadini locali di frangere le olive raccolte, Castelfalfi si è distinto come centro agricolo nella zona. Negli ultimi anni, a partire dagli inizi del 2000, sono stati piantumati ulteriori vitigni per una splendida varietà di oltre 10 con protagonista assoluto il Sangiovese.

Qualità: del prodotto, dell’etichetta, della bottiglia, la stella polare dell’operato di questo magico luogo di produzione è l’eccellenza.

Lo scaffale del supermercato accoglie le bottiglie della Tenuta di Castelfalfi assieme al resto dell’assortimento con una particolare distinzione: è un vino di qualità, con un’etichetta sontuosa ma in vendita ad un prezzo assolutamente capace di stimolare all’acquisto.

Il vino della Tenuta di Castelfalfi deve essere la miglior soddisfazione all’acquisto del consumatore, ed è per questa ragione che l’azienda si concentra sulla qualità della produzione che ogni pianta, seguita in ogni passo e internamente dai contadini, cantinieri, enologi e Sommelier della Tenuta, deve realizzare per ottenere una qualità dei frutti incomparabile, con uve ad alto contenuto zuccherino, perfette per vini ad alta gradazione alcoolica, si aggira intorno ai 13.5%.

La figura del Sommelier è strategica: Toscana Resort Castelfalfi, di cui la Tenuta fa parte, dal 2007 è di proprietà della società tedesca, leader del turismo mondiale, il gruppo internazionale TUI AG, che ha investito nella rinascita di questo luogo con un’appassionata e lungimirante opera di recupero dell’intera zona destinandola sia alla produzione agricola che all’accoglienza turistica di alto livello. Il Sommelier accompagna nella degustazione dei vini i fortunati clienti del complesso ed allo stesso tempo verifica costantemente la qualità della produzione per i mercati mondiali.

Nulla viene lasciato al caso nella Tenuta di Castelfalfi: il sistema di allevamento si diversifica tra guyot e cordone speronato, sistema che viene scelto in base al tipo di vitigno e prodotto finale che si desidera ottenere. Con la tecnica sovescio, ossia coltura a perdere, viene coltivato il favino, che alla fioritura viene interrato per arricchire di azoto il terreno. Il terreno, inoltre, è concimato naturalmente con letame bovino, proveniente da allevamento situato a 5 km dall’azienda. Come trattamento antiparassitario viene utilizzato prevalentemente zolfo e rame, e quando necessari ulteriori prodotti naturali in linea con l’agricoltura biologica. Contro gli insetti dannosi vengono utilizzati dissuasori a feromoni, che non hanno effetti negativi sulla fauna locale.

Le Cantine e barrique sono all’interno della Tenuta. La fermentazione e l’affinamento avvengono in vasche di cemento, acciaio o rovere francese a seconda del sapore e delle fragranze che si desidera ottenere nel nettare finale.

Affrontare i mercati del mondo, e la GDO italiana in primis, significa essere organizzati con la stessa qualità con cui si produce il vino. Per tale ragione anche la fase dell’imbottigliamento è curata con dovizia di particolari ed attenzioni. Esso avviene direttamente in azienda dove si possono produrre fino a 12 mila bottiglie al giorno, stoccate nei suoi magazzini a temperature controllate (18° costanti), evitando ogni alterazione delle varie etichette.

Quando la bottiglia presa dallo scaffalo, dal carrello passa dallo scanner ed entra nella sfera individuale del consumatore, questi dalla propria dimora potrà vivere le stesse emozioni dei fortunati turisti del fantastico Resort.

Un supermercato, una catena di supermercati, un’insegna intera, inserendo in assortimento una bottiglia di grande qualità come quella della Tenuta di Castelfalfi ad un prezzo decisamente interessante, può regalare un piccolo sogno al suo consumatore, fidelizzandolo ancor di più.

Per informazioni:

Tenuta di Castelfalfi
Località Castelfalfi, Montaione (FI)
Web: www.castelfalfi.com
E-Mail: winery@castelfalfi.it
Antonio Tripodi (Responsabile Commerciale)
Tel.: +39 366 6375532

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui