Discount: IN’s miglior crescita 2018, Penny migliore degli ultimi tre anni. MD regina del quinquennio

0

L’ascesa negli ultimi anni del format Discount sarà merito della evoluzione dell’offerta, che ha compiuto con una profonda trasformazione di alcune merceologie come i freschi, e con la forte accelerazione della pressione promozionale, oppure è merito della debolezza dei canali tradizionali?

Questa è la grande domanda che bisogna porsi per comprendere quali potrebbero essere gli sviluppi dei prossimi anni.

GDONews dal mese di Gennaio ha svolto una serie di pubblicazioni relative alle aziende protagoniste nel canale Discount che sono andate molto in profondità, analizzando i trend dei fatturati degli ultimi 5 anni, ma soprattutto analizzando i risultati delle singole aziende nel raggiungimento di tali obiettivi ed analizzando le strategie che ha posto in essere sul mercato e che, di fatto, hanno profondamente cambiato anche la loro struttura interna.

Negli articoli pubblicati abbiamo analizzato principalmente i risultati emersi dai Bilanci del 2018, limitando le analisi in profondità suoi risultati ottenuti nel 2018, mentre nel Libro in pubblicazione su GDONews, dal titolo “Annuario del Discount 2020 dei Leader di mercato” viene effettuata una comparazione molto più vasta dentro un arco di tempo che va dal 2014 al 2018, e che coinvolge 4 anni di Bilanci di tutte le principali aziende del settore, rappresentando la più profonda pubblicazione esistente relativa a questo genere di offerta.

Dalle pubblicazioni quali sono i dati emersi in maniera molto evidente? Prima di tutto le crescite dei fatturati delle aziende che hanno compiuto ogni anno.

Se si sommano le aziende Eurospin, Lidl, MD Spa, Penny Market ed In’s Mercato, ovvero le prime cinque organizzazioni, la media annua della crescita è stata del 10,3%.

GRAFICI, IMMAGINI E ALTRI CONTENUTI SONO RISERVATI AGLI ABBONATI

 

Dott. Giuseppe Di Napoli
Consulente di direzione con 20 anni di esperienza nell’area Finance di industrie e aziende della GDO italiana. E’ stato uno dei più giovani membri del board nazionale dell’Associazione Italiana degli Analisti Finanziari (aiaf, 45 anni di attività, 1.000 associati), per la quale ha ricoperto il ruolo di responsabile dell’area Valutazione d’Azienda e di Business. E’ Autore di numerosi saggi in tema di Valutazione d’Azienda e Rischio Finanziario. E’ docente in materia di analisi finanziaria. Supporta la direzione finanziaria e la direzione crediti delle aziende clienti, curando fra l’altro lo sviluppo di modelli di calcolo del rischio finanziario di clienti e fornitori strategici.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui