GDO News
Nessun commento

Il Pan Carrè: una categoria con un grande Leader. Ecco tutti i numeri della GDO

Inizia oggi il FOCUS  sulla grande categoria dei DERIVATI DEL PANE. Come si vedrà si tratta di un settore molto ampio che ha un minimo comune denominatore nell'origine degli ingredienti ed un secondo nella destinazione d'uso dei prodotti. E' un'area che vede in campo diversi protagonisti, i quali cambiano spesso e volentieri al cambiare del segmento. Gli spazi che vengono attribuiti a quest'area di mercato sono piuttosto rilevanti perchè le referenze che la caratterizzano sono molto radicate nella cucina italiana. Il Focus analizzerà le vendite dei vari segmenti (Super+Iper GDO Italia), analizzerà i Bilanci dei vari protagonisti del mercato, studierà i posizionamenti a scaffale (prezzi, numerica referenze, spazi, etc) ed infine affronterà l'area commerciale dell'esportazione. Gli articoli e tutti i grafici e le tabelle in esso contenuti sono visibili soltanto dagli abbonati al portale GDONews.it.

Da oggi ci occupiamo di una grande categoria che nella sua varietà è molto italiana, sebbene in certi Paesi del mondo la medesima sia interpretata come centrale ma con altra destinazione d’uso: si parla dei derivati del pane.

L’Italia è il Paese dei grissini, del pan bauletto, dei crackers e di tutti quei derivati del pane che nel tempo hanno trovato spazio e dignità prima negli scaffali e poi nelle tavole degli italiani. Rispetto agli altri Paesi la differenza sta nel fatto che da noi la funzione di questi prodotti è duplice: può essere sia uno snack oppure può essere un valido accompagnamento al pranzo in sostituzione del pane. All'estero anche il pane non trova la centralità che gli viene attribuita nel nostro Paese, e per tale ragione tutto ciò che deriva da esso non trova ragione nell'uso casalingo.

All’estero molti dei prodotti presenti in questa categoria sono gli snacks salati per eccellenza (grissini, tarallini), e pertanto nel rivolgerci fuori dal nostro Paese si crea la necessità di riformulare la grammatura oltre al packaging.

Anche dentro il concetto di snack vi è una sostanziale differenza tra l’Italia ed il resto del mondo: in Italia è prevalentemente uno snack da consumare a casa, all’estero è un snack che si consuma quasi esclusivamente per strada.

In Italia la grande categoria si suddivide in tanti diversi segmenti: il Pane a lunga conservazione, i panetti croccanti, pan carre, specialità sostitutive del pane, crackers, grissini, panificati senza glutine, pane da tramezzino, pane gratuggiato, panini e pane da cuocere.

Nel nostro speciale ci occuperemo delle categorie pan carre, crackers, grissini, i panetti croccanti, le specialità sostitutive del pane e soprattutto analizzeremo in profondità il mercato salutistico di questi prodotti.

Il Pan Carrè

Il mercato del pan carrè si divide in due differenti segmenti: quello bianco e quello salutistico. E’ un mercato che nella GDO (Super+Iper) vale circa 28 milioni di euro.

Questi 28 milioni di euro si dividono tra la grossa fetta del pan carrè bianco (vedi tabella sopra) ed una piccola fetta (ma in grande crescita) di pan carrè salutistico (vedi tabella sopra).

Le vendite di questo segmento sono sostenute nel sud Italia come si può vedere dal grafico sottostante. Le altre aree hanno tutte una vendita interessante ma inferiore. (vedi grafici sotto: Vendite Super+Iper anno 2017)

Nella tabella sotto si può, invece, notare come l’andamento del pan carrè bianco sia in negativo su tutte le aree. Al contrario la crescita del segmento salutistico è straordinaria e nell’analisi degli scaffali e delle vendite si comprenderà il motivo. 

GRAFICI, IMMAGINI E ALTRI CONTENUTI SONO RISERVATI AGLI ABBONATI

 
Tagged with: ,

COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

ARTICOLI CORRELATI

Torna su