Giapponese Asahi pronta ad acquistare Peroni per 3 miliardi di euro

0

Il colosso giapponese Asahi Group da più di 14 miliardi e mezzo di euro, di cui 8 solo negli acolici, intende acquistare la Peroni (marchio italiano di proprietà SABMiller dal 2003) e ha offerto 3 miliardi.
Secondo la stampa giapponese se l’operazione andasse a buon fine, si tratterebbe dalla maggiore acquisizione da parte di un’azienda giapponese nel comparto della birra e riaprirebbe la faida con la sua grande concorrente: la Kirin Holding, l’altro colosso nipponico (tra l’altro legato da joint venture con Heineken International).
La vendita di Peroni, così come dell’olandese Grolsch è dovuta a seguito dell’acquisizione, annunciata nell’ottobre scorso, da parte dell’americana Anheuser-Busch, del gruppo britannico-sudafricano SAABMiller per 89 miliardi di euro. Le due insieme coprirebbero la quota di mercato mondiale superiore al 30%, per questo, al fine di evitare l’intervento dell’Antitrust, la vendita di alcuni marchi si è resa necessaria.
Da alcuni anni, è in corso un grande processo di consolidamento del settore delle bevande a livello globale, che sta coinvolgendo tutte le aziende delle diverse categorie.
Asahi, la cui strategia di mercato si concentra sull’Asia e l’Oceania, secondo la stampa locale, intende espandersi su mercati dalla lunga tradizione che le consentirebbero anche una maggiore penetrazione della sua etichetta Super Dry.

Asahi logo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui