UK: la birra adesso si compra nel supermercato e meno nel pub

0

La crisi sconvolge anche le plurisecolari abitudini di un popolo. Ne sanno qualcosa gli inglesi che ormai cominciano a disertare i tanto amati pub, preferendo farsi una bionda sul divano di casa. Più della metà degli assidui frequentatori dei tradizionali locali britannici, infatti, dichiara di acquistare la birra nei supermercati. Per la semplice ragione che costa molto meno. Niente più tornei di freccette, partite di calcio sui maxi schermi né “cheers” con gli amici dunque. Una rivoluzione triste, obbligata da cause di forza maggiore. Sono ormai lontani i mitici anni Settanta, quando oltre il 90% della birra veniva consumata su tavoli di legno dalla scarsa igiene e accompagnata dal baccano dei clienti e dalla musica dal vivo. Tuttavia, accanto al lato folcloristico della questione, c’è quello ben più preoccupante della perdita del lavoro. Si stima, infatti, che nel Regno di Sua Maestà chiudano 25 locali ogni settimana. Giustamente allarmata, la British Beer & Pub Association (BBPA) ha lanciato una campagna per contrastare il fenomeno, tentando di rendere gli inglesi di nuovo degni della loro fama.

Dott. Andrea Meneghini
Analista ed esperto di Grande Distribuzione alimentare. E’ un attento osservatore delle dinamiche evolutive dei diversi format in Italia ed in Europa. Collabora con alcuni Gruppi della GDO italiana nelle aree di crisis communication management e news management. Affianca la Direzione Generale di alcuni Gruppi della GDO nella gestione delle strategie aziendali. Collabora anche con aziende del Mass Market Retail all'estero come assistant manager sull'italian food. Si può contattare scrivendo a meneghini@gdonews.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui