mercoledì 24 Luglio 2024

Nel carrello della spesa degli italiani sempre più prodotti a Marca del Distributore

In un periodo ad alto tasso di complessità, segnato da crisi globali e climatiche, precarietà lavorativa e aumento dei prezzi dei beni di consumo, le famiglie italiane si trovanoad affrontare incertezza e preoccupazioni diffuse. È in questo contesto che emerge con forza la tendenza a optare sempre più spesso per la Marca del Distributore: nel tentativo di contenere i costi, i consumatori privilegiano infatti alternative di qualità, ma generalmente più economiche. Il ruolo chiave giocato dalla MDD nel 2023 è al centro del XX Rapporto Marca by BolognaFiere a cura di Circana e illustrato nel dettaglio nel corso del convegno dedicato al tema.

IL RAPPORTO IN SINTESI
In un mercato sottoposto a una forte pressione dovuta all’incremento dell’inflazione, si osserva una crescita del totale del largo consumo confezionato pari al 9%, guidata da un’inflazione a doppia cifra (10%) e con una contrazione dei volumi di vendita dell’1.4%. Diverso il quadro per la Marca del Distributore che, oltre a registrare un incremento significativo a valore (+15,4%) – che le consente di raggiungere 22,1 punti di quota, con un guadagno di +1,2% rispetto allo stesso periodo 2022 – cresce anche in termini “reali” a volume (+4,7%). Questo nonostante un’inflazione superiore all’industria di marca (10,6 vs 10), ma che risulta in discesa negli ultimi mesi. Analizzando le categorie merceologie, migliora il posizionamento competitivo della MDD in tutti i reparti merceologici con un particolare guadagno di punti quota nel settore del Freddo (+2,7%), Cura Persona (+2,1%), Cura Casa (+1,8%) e nel Fresco (+1,6%). La crescita a valore tra i reparti è sostenuta da una crescita anche a volume.
Il trend positivo della MDD va di pari passo con un aumento dell’offerta che le consente di raggiungere il 16,6% di quota assortimentale, in aumento dello 0,7% rispetto al 2022. I segmenti di offerta Mainstream e Primo Prezzo guidano la crescita a valore della MDD (Insegna, +16,2%; Marchi Do, +42,9%; Primo Prezzo, +19,0%), mentre rallenta la crescita delle linee di alta gamma a eccezione del Funzionale che con un +15,3% che mantiene un buon dinamismo. Anche per la MDD si rilevano segnali di ripresa della pressione promozionale (+1,4%) con un’inversione di tendenza rispetto al passato, ma non ancora ai livelli pre-pandemici.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui
Captcha verification failed!
CAPTCHA user score failed. Please contact us!

Ultimi Articoli

Unicoop Firenze cede i punti vendita romani a PAC 2000A

0
Unicoop Firenze ha annunciato di aver finalizzato un accordo preliminare per vendere i suoi punti vendita a Roma, operanti sotto il marchio Doc*Roma. La...

iN’s Mercato rafforza la sua presenza in Lombardia e Liguria con...

0
Con l'obiettivo di rafforzare la propria presenza nel nord Italia, iN's Mercato, catena discount con sede a Venezia e operante in 12 regioni con...

Unes avanza nel rebranding: nuove ristrutturazioni a Torino, Treviglio e Gavirate

0
La catena di grande distribuzione Unes continua il suo percorso di rebranding, avviato lo scorso novembre, trasformando tutti i suoi negozi sotto la nuova...

Nova Coop apre ad Ivrea un nuovo superstore

0
Da giovedì 18 luglio, la città di Ivrea, in provincia di Torino, accoglierà l'apertura di un nuovo superstore realizzato da Nova Coop. Situato in...

MD arriva a quota 186 negozi in Lombardia con il nuovo...

0
Il primo punto vendita MD a Lissone ha aperto le sue porte con un simbolico taglio del nastro al femminile, eseguito dalla Store Manager....