GDO e Industria battaglia sui prezzi E l’inflazione galoppa. Perchè la logistica ha prezzi folli ed i costi energetici sono fuori controllo?

0

La battaglia tra GDO ed Industria di Marca ed è appena iniziata. L’inflazione è in continuo aumento ed i costi per l’industria lievitano tutte le settimane. La muscolarità nelle relazioni tra le due parti in causa è ai suoi livelli massimi e gli scambi di accuse sono all’ordine del giorno. Tutto ciò lascia pensare che sia possibile una sorta di disabitudine alla gestione del tema inflattivo, e questa mancanza di pratica stia portando ad aggiornamenti frequenti dei listini, pratica rifiutata dalla GDO che non comprende quanto ci sia di vero sulle richieste, e quanto sia invece frutto di speculazione.

Ma la realtà dei fatti è che il periodo post pandemico sta provocando una frattura con il passato degli ultimi 20 anni. A lanciare l’allarme è stato dato anche dal neo Presidente di Centromarca Francesco Mutti, laurea in Finanza & Management all’Università di Cardiff, Cavaliere del Lavoro, Mutti è dal 1994 alla guida dell’azienda di famiglia (378 milioni di euro di fatturato nel 2019 ed un +23% dichiarato per il 2020), leader nazionale nel comparto dei rossi e grande esportatore che ha dichiarato: ” Stiamo vivendo una esplosione dei costi inaspettata, rincari a doppia cifra e gravi problemi di reperibilità delle merci, serve attenzione massima da parte della Grande Distribuzione

Sul mercato regna il caos, l’esplosione dei costi logistici prima, poi gli spropositati rincari energetici ed ora tutte le merci necessarie alla trasformazione ed alla creazione dei prodotti, dove l’impatto energetico è rilevante. Gli analisti, prima ancora che le aziende di produzione, si domandano se questa situazione sia passeggera, conseguenza della “ripartenza” post pandemia, oppure possa assumere in contorni di una evoluzione strutturale del mercato. Jay Powell, appena riconfermato da Biden alla guida della FED, e Christine Lagarde Presidente della BCE hanno deciso di mantenere bassi i tassi d’interesse, spiegando che la crisi inflattiva sarà breve, ma il CEO della Deutsche Bank Christian Sewing è stato categorico: “Il rialzo dell’inflazione non è temporaneo, come presumono le banche centrali, durerà più a lungo del previsto, con effetti collaterali, più pressione sui salari e sulla stabilità monetaria. Per questo le banche centrali devono intervenire con la politica monetaria, e devono farlo «al più presto, non al più tardi»”.

Insomma il caos regna sovrano, dai tavoli della GDO sino ai massimi livelli finanziari mondiali, ma la domanda a cui serve una vera risposta – che tutti hanno bisogno di avere dal buyer della GDO, al produttore alimentare sino ai massimi livelli finanziari – è la seguente: cosa ci dobbiamo aspettare nei prossimi mesi, o anni?

Secondo il noto economista Fabio Scacciavillani, ex Fondo Monetario Internazionale, ex Banca Centrale Europea, attuale Asset manager, ed animatore di un famoso programma con Alberto Forchielli su YouTube, “Inglorious Globastards”, la verità è quella che viene taciuta dalle banche centrali. Secondo l’economista i fatti non solo semplicemente riconducibili alla pandemia, ciò che sta accadendo è complesso, ha radici lontane e non sarà passeggero.

Per tale ragione  domani alle ore 15 in una nuova puntata de “Il Supermercato delle idee”, condotto dal direttore di GDONews Andrea Meneghini, avrà come ospite proprio l’economista Scacciavillani che spiegherà ai lettori di GDONews quello che i giornali non spiegano e che, forse, le banche centrali non possono dire.

PER ISCRIVERTI ALL’EVENTO CLICCA SULL’IMMAGINE

Appuntamento a Venerdì 26 Novembre alle ore 15 su LinkedIn profilo GDONews ed in contemporanea sul canale YouTube Redazione GDONews, tutta la verità su cosa ci aspetta per il prossimo futuro e preziose indicazioni su sulle strategie dei retailer verso il consumatore finale e, a monte, sulle relazioni – nuove! – che industria e retail devono adattare alla normalità che ci aspetta.