Mauro Carbonetti, ex Ad di Magazzini Gabrielli, e la sua visione della GDO attuale

0

Mauro Carbonetti, che da poco tempo ha concluso la sua trentennale esperienza in Gruppo Gabrielli, presso cui nell’ultimo decennio ha rivestito il ruolo di Ad ha dichiarato “Dopo trent’anni è giunto il momento di voltare pagina”. Nel Gruppo Gabrielli ho avuto la possibilità di crescere umanamente e professionalmente. Tante sono le esperienze che ho maturato anche nell’ambito delle centrali di acquisto legate all’azienda marchigiana, come il consorzio SUN Supermercati Uniti Nazionali proprietario del brand Consilia, Esd Italia quale supercentrale di acquisto, una breve esperienza in Selex e la partecipazione ad associazioni di categoria come Federdistribuzione – Federazione della Distribuzione Moderna. Ora è giunto il momento di valutare altri percorsi e anche collaborazioni, per individuare quella realtà che più potrà soddisfare le mie aspettative professionali. In Italia, le aziende della Grande Distribuzione Organizzata sono caratterizzate da importanti piani di sviluppo che devono essere necessariamente guidati e gestiti per conseguire i risultati attesi”.

In una fase post pandemica, la GDO Grande Distribuzione Organizzata è impegnata a ripensare le strategie di sviluppo e di crescita, e lo stesso Carbonetti ha dichiarato: “È necessario proseguire velocemente nell’attuazione dei programmi per la modernizzazione della struttura dei format retail tradizionali. Il post covid apre degli scenari molto importanti definendo i contorni di un quadro di sviluppo che deve essere riempito con strategie innovative capaci di disegnare un nuovo paradigma con cui competere con gli altri formati distributivi. In particolar modo, dobbiamo pensare ad una struttura organizzativa sempre più omnicanale, dove il negozio fisico, pur rimanendo un asset centrale, deve avere la funzione di integrare e ottimizzare anche altre aree che riguardano tutta una serie di servizi e tra questi, ovviamente, l’e-commerce, comunque lo si voglia chiamare nelle sue varie forme”.

Il comportamento dei consumatori durante l’emergenza pandemica è notevolmente cambiato imponendo ai retailer l’introduzione di nuove formule di vendita e nuovi panieri di acquisto.

L’ex Ad di Magazzini Gabrielli ha così concluso: “Da questa importantissima fase storica abbiamo tratto una serie di importanti insegnamenti. Ora dobbiamo continuare a prendere spunto dalle esigenze evidenziate dai consumatori soprattutto durante il lockdown, che ha funzionato come un acceleratore eccezionale, per coniugarle alle strategie di sviluppo di ciascuna azienda, scegliendo la ‘strada’ per dare concretezza e distintività alla proposta di servizio complessivo sviluppata. Sarà proprio questa l’opportunità che dovranno cogliere le aziende per disegnare le linee guida e la visione dei prossimi anni”.