Il volantino della GDO più efficace della TV per attività di advertising: nasce Promomedia ADV

0

In Italia si stampano circa 6 miliardi di volantini promozionali della GDO ogni anno ed ogni famiglia, in media, ne riceve almeno uno ogni due giorni. Un’interessante ricerca dell’Istituto Eumetra, sulla relazione tra i volantini dei supermercati ed i consumatori italiani,  ha stabilito che all’interno del nucleo famigliare il volantino viene consultato 3,63 volte e l’84% di chi lo legge viene poi influenzato negli acquisti.

Inoltre l’83% dei consumatori intervistati ha dichiarato che sarebbe interessato a leggere pubblicità anche di prodotti e servizi differenti da quelli del supermercato.

Da questa ricerca nasce la nuova iniziativa imprenditoriale di Saverio Addante, CEO di Promomedia, che si chiama Promomedia Adv, ed ha come focus la vendita di spazi pubblicitari dentro i volantini delle catene di supermercati. “Promomedia ADV è una concessionaria di spazi pubblicitari – spiega l’imprenditore –  Grazie ai 40 anni di esperienza maturati dalla capogruppo Promomedia nel settore della Distribuzione, la neonata concessionaria può vantare accordi con i principali Retailer italiani e, di conseguenza, può offrire ai clienti pacchetti di inserzioni in grado di coprire in modo capillare ogni regione, ogni provincia e ogni comune d’Italia, con la possibilità di differenziare il messaggio pubblicitario in funzione dell’area geografica che si desidera coprire. La forza della pianificazione su un volantino sta proprio qui: grande flessibilità nella pianificazione, estrema capillarità del messaggio pubblicitario, tempi di esposizione del messaggio che arrivano ai 15 giorni e convenienza in termini di prezzo rispetto ai media tradizionali.”

La ricerca di Eumetra, presentata dal CEO Matteo Lucchi lo scorso 23 giugno a Milano ad una conferenza stampa di Promomedia ADV,  ha evidenziato che tra le diverse offerte inserite dentro le pagine dei volantini, oltre ai prodotti dei supermercati, le offerte più gradite riguardano il settore dei viaggi (58%), mentre un altro 41% preferirebbe quelle su auto e moto.

Oggi la comunicazione pubblicitaria sta vivendo un momento di evoluzione in cui la TV generalista fatica ogni giorno di più mezzo per arrivare alle diverse fasce d’età, vi è una proliferazione di piattaforme on line streaming, social networks, podcast, oltre alla carta stampata (ancora più in crisi) ed alla radio.

In un contesto così difficile e stratificato è il volantino lo strumento che riesce ad arrivare ad un target eterogeneo, com’era la TV di molti anni fa. Ed allora è semplice comprendere quanto il volantino possa essere interessante ai fini di una pianificazione media con target generalista, soprattutto se paragonato all’alto costo/contatto dei media tradizionali come la Televisione e la radio.

Ma un volantino può essere più efficace di uno spot tv?

Secondo Saverio Addante la risposta è: SI. “Ci troviamo di fronte ad una svolta: fino a ieri il volantino era vissuto come uno strumento esclusivamente promozionale, oggi quello stesso strumento è considerato il mezzo di comunicazione di massa in grado di arrivare dritto al target privilegiato dei decisori d’acquisto, meglio di uno spot e a costi decisamente più contenuti”.

Quali sono i vantaggi del volantino rispetto ai media tradizionali?

“Il tempo di esposizione di una campagna pubblicitaria è fondamentale affinché nella mente del consumatore si fissi il ricordo di un prodotto”, afferma Francesco Blini Advertising Director di Promomedia ADV. “Se consideriamo che uno spot TV dura in media 20 secondi e uno spot radio ne dura 30, appare evidente come i 15 giorni di permanenza di un volantino nelle case degli italiani possa diventare esponenzialmente più conveniente per un media planner. Ma non solo: uno spot TV per essere ricordato deve essere visto più volte, ma una frequenza adeguata richiede budget importanti. Al contrario un volantino viene consegnato in tutte le case e viene consultato spontaneamente più volte all’interno della famiglia.”

 

Il volantino è stato considerato a lungo come uno strumento esclusivamente promozionale da parte dei pubblicitari, ma qual è la percezione di questo strumento da parte dei clienti?

La pubblicità viene spesso percepita dagli spettatori come un’intrusione che interrompe le attività alle quali ci si era dedicati. Il volantino, al contrario, viene associato al concetto di offerta e di convenienza: uno strumento da consultare quando si ha intenzione di andare a fare la spesa. È evidente che se una pubblicità raggiunge il target nell’esatto momento in cui quest’ultimo e? propenso all’idea di compiere un acquisto, l’efficacia del messaggio pubblicitario aumenta sensibilmente. Ed è proprio qui che si nasconde la forza dirompente del volantino: la mente di chi si approccia a questo strumento è orientata all’idea della convenienza e non si aspetta un tipo di messaggio che non contenga un vantaggio economico. Il volantino è un canale preferenziale che, abbattendo ogni barriera psicologica, arriva direttamente al decisore d’acquisto. A questo si aggiunge anche un’altra considerazione emersa sempre dalla ricerca Eumetra: proprio durante la pandemia, il canale della Distribuzione è stato oggetto di rivalutazione da parte dei consumatori che improvvisamente e inaspettatamente ne hanno riscoperto il valore e l’importanza di carattere sociale. Di riflesso, questa nuova considerazione, si riflette sul volantino che ne è la diretta espressione.

Qui sotto i dati della ricerca Eumetra sull’efficacia del volantino come strumento di comunicazione. Scarica la presentazione pdf della ricerca “Il volantino come media” 

 

LE KEYWORD DEL VOLANTINO

• COPERTURA: il volantino garantisce una copertura nazionale, al pari di mezzi di comunicazione di massa con la TV.
• FLESSIBILITÀ: il volantino permette di scegliere circuiti capillari, geolocalizzando i territori per insegna o per area geografica.
• MISURABILITÀ: tramite integrazione con la realtà aumentata o QRCode, il volantino consente di misurare i risultati e l’efficacia della campagna in termini di ritorno di investimenti.
• EFFICACIA: il volantino viene consultato da responsabili d’acquisto nel momento più favorevole: quando sono intenzionati a fare la spesa, ovvero a fare un acquisto.

Promomedia ADV, da oltre 40 anni, affianca i manager delle principali aziende italiane e multinazionali nelle scelte strategiche in ambito promozionale, offrendo una consulenza completa che abbraccia tutte le fasi del processo: dalla comunicazione del prodotto sino al momento dell’acquisto, ovvero consulenza strategica, creatività, media buying, produzione dei materiali promozionali e sviluppo del business nel punto di vendita. Promomedia è presente su tutto il territorio nazionale con una sede centrale a Bari Casamassima, sedi operative a Milano, Parma, Roma, Catania e una sede estera sita a Bucarest. Tra i clienti storici di Promomedia ci sono i colossi della GDO come Coop Italia, Despar, Carrefour, Crai, MD, Sigma, Simply, Risparmio Casa, Decò, Todis, Leader Price, Satur e i grandi nomi dell’industria, per citarne alcuni: Barilla, Nestlé, Perfetti Van-Melle, Sperlari, Lavazza, Kraft Heinz, Bacardi, Distillerie Fratelli Branca, Giovanni Rana, Gruppo Turi e tanti altri. Nel settore telecomunicazioni Promomedia collabora da anni con TIM. Nei settori di recente acquisizione invece troviamo la 24ORE Business School, Banca Intesa, Invitalia, FS – Ferrovie dello Stato e GD Media Service che si occupa di distribuzione dei prodotti editoriali all’interno della grande distribuzione. Per concludere, Promomedia offre i suoi servizi anche ai canali specializzati come i tabaccai e le farmacie che si stanno avvicinando sempre di più alle logiche della distribuzione organizzata.

 

Ufficio Stampa
Michela Tota
3483658409
m.tota@promomedianet.it