La “progettazione adattiva”: un approccio costruttivo anche nella criticità

0

Che l’anno appena trascorso abbia scardinato il quotidiano su moltissimi livelli è un dato di fatto indiscutibile. Fondamentale è ora la modalità di reazione e costruzione di presente e futuro.

In progettazione diventa strategico cogliere gli elementi di cambiamento e permeare profondamente la concretezza del tempo presente per proporre prospettive costruttive ed efficaci. Sarebbe infatti deleterio, nonché illusorio, attendere di ricomporre una normalità pre-pandemica, sperando di isolare in una bolla un evento epocale e le conseguenze economiche e sociali che ne derivano.

Avere un atteggiamento adattivo in progettazione (e non solo) significa affiancare i propri clienti con concretezza, ascoltandone criticità contingenti e aspirazioni imprenditoriali, facilitando e supportando il processo di raccolta e analisi dei dati essenziali per costruire opportunità commerciali proficue sia per il retailer che per la clientela.

Il progettista ha il compito di agevolare e accelerare il processo già nella fase strategica, segnalando il perimetro di intervento entro il quale è opportuno muoversi ed evidenziando quali direzioni possono diventare un vicolo cieco.

L’approccio fluido e adattivo dei consulenti di AllWays permette loro di muoversi trasversalmente nei settori del food, del non food e della ristorazione moderna.

La lunga esperienza, maturata grazie a collaborazioni con diverse aziende della distribuzione in oltre 25 anni di attività, ha portato il team ad acquisire un’approfondita conoscenza delle dinamiche commerciali, punto di partenza e riferimento in ogni progettazione.

La specializzazione di AllWays in retail design, architettura commerciale, grafica e comunicazione in store, acustica e illuminazione, consente di fornire una consulenza strategica, oltre a un’assistenza progettuale e tecnica completa, dall’ideazione alla realizzazione.

Il team di AllWays approccia il progetto come se fosse un telaio, tessendone la trama in modo originale e contemporaneo, personalizzandolo in base ai parametri commerciali e tattici definiti con il cliente, per raggiungere un ottimale posizionamento nel mercato.

Il punto vendita Sigma di via Paolo Giovio (MI), di cui AllWays ha progettato il concept Sigusta

Un esempio concreto dell’approccio adattivo in progettazione è Sigma-Sigusta, concept a cui AllWays ha lavorato dall’autunno 2019 e il cui punto vendita pilota ha aperto i battenti a giugno 2020. Il nuovo format dell’insegna Sigma è fortemente centrato sul valore della prossimità, con ruolo di rilievo riservato alla ristorazione in termini di consumo sul posto o soluzioni take-away, food to go e consegna a domicilio. I progettisti di AllWays hanno ideato attrezzature per la ristorazione flessibili e adattabili a ogni cambiamento di situazione operativa, convertibili direttamente dal personale del punto vendita senza avvalersi di alcun tecnico specializzato.

Scelta che si è rivelata estremamente efficace e che ha permesso di adattare il format alle restrizioni determinate dalla pandemia in corso: senza ulteriori investimenti, infatti, è stato possibile trasformare la zona di ristorazione assistita in una efficace postazione per l’esposizione e la vendita take-away di soluzioni pasto. Tale settaggio, grazie alle tecniche costruttive, è totalmente reversibile e permette di gestire rapidamente il tipo di servizio a seconda delle fasce orarie di presidio.

 

Il metodo progettuale di AllWays è fondato su flessibilità, esperienza e adattamento, elementi cardine per affrontare efficacemente variabili e criticità.

 

 

Per informazioni:

AllWays – Tel +39 0434 370 235 – info@allways.it – www.allways.it – Linkedin

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui