GDO News
Nessun commento

Carrefour in profonda trasformazione per il Piano 2022: in Europa la stagnazione rallenta il Gruppo. In Italia grandi cambi

Nel quarto trimestre del 2018, le vendite di Carrefour sono ammontate a € 22.638 milioni, in aumento del 2,7% a cambi (di moneta) costanti. Dopo aver tenuto conto di un effetto cambio sfavorevole del -5,0%, dovuto principalmente al deprezzamento del Real brasiliano e del Peso argentino, le vendite sono diminuite del -2,3% a cambi correnti.

A parità di perimetro, la variazione delle vendite è stata pari a + 1,9% rispetto al trimestre 2017, rispetto al + 1,1% dei primi nove mesi. La crescita totale a tassi di cambio costanti (+ 2,7%) include anche un effetto calendario (+ 0,3%), il contributo delle vendite di benzina (+ 0,4%), nonché l’effetto delle aperture (+ 1,2%) e chiusure (-1,1 %).

Europa

I mercati rimangono difficili in Europa (-1,7% LFL): in Francia, con un contesto di mercato più complesso e meno vivace nel quarto trimestre, le vendite omogenee sono state sostanzialmente stabili a -0,1%, nonostante l’impatto del movimento dei “gilet gialli”, che ha colpito principalmente gli ipermercati (-2,2% LFL) e il no-food. La Francia ha registrato ancora una buona performance nel settore alimentare, con una leggera crescita, comprese le vendite di generi alimentari negli ipermercati e una crescita significativa negli altri formati. Lo slancio di crescita dei prodotti biologici e dell’e-commerce si è rivelato molto solido.

In Spagna (-1,4% LFL), dove l’ambiente rimane competitivo a fronte di consumi meno sostenuti nel T4, il Gruppo sta dimostrando una migliore capacità di recupero (-2,7% LFL nel 3 ° trimestre). I team stanno accelerando l’implementazione delle iniziative del piano Carrefour 2022, incluso il rafforzamento dei prodotti digitali, freschi, biologici e a marchio proprio.

In Italia (-4,6% LFL), in un mercato sotto pressione, la tendenza nel trimestre è rimasta simile a quella del terzo trimestre (-4,4% LFL). Il nuovo CEO, che è arrivato a ottobre, sta implementando il suo piano d’azione.

In Belgio (-3,1% LFL), Carrefour è penalizzata da un mercato molto competitivo che ha subito un forte rallentamento rispetto al terzo trimestre. Il Gruppo ha implementato nuove iniziative per il rilancio.

Prosegue la crescita in Romania (+ 3,2% LFL) e in Polonia (+ 2,1% LFL), dove le iniziative commerciali hanno contribuito a limitare gli effetti della legge sul divieto domenicale.

America Latina

La buona situazione di crescita in America Latina (+ 12,9% LFL) ha accelerato bruscamente rispetto ai primi nove mesi (+ 7,5% LFL), sia in Brasile che in Argentina.

In Brasile, Carrefour ha registrato una crescita significativa del + 6,2% su base omogenea e del + 10,7% in termini organici, trainata da buone performance commerciali, espansione e sviluppo dell’e-commerce. Il mercato beneficia anche del ritorno dell’inflazione alimentare da giugno. Il forte dinamismo delle vendite di Atacadão è proseguito, con un + 7,4% su base omogenea e Carrefour Retail ha continuato la sua accelerazione a + 3,5% LFL, con una solida performance commerciale e una forte crescita dell’e-commerce. I servizi finanziari hanno registrato una forte crescita (+ 25,5% di fatturazione nel 4 ° trimestre), in particolare con la crescita della carta Atacadão (1,6 milioni di titolari di carta alla fine di dicembre).

In Argentina (+ 39,0% LFL), il grande successo delle iniziative commerciali si è riflesso in un’accelerazione della crescita del traffico e dei volumi, nonostante un complesso contesto macroeconomico.

Asia

L’Asia è in calo del -4,1% LFL. In Cina (-6,2% LFL), in un ambiente complesso, Carrefour continua ad adattare il suo modello commerciale: riduzione e riallocazione delle aree di vendita, sviluppo dell’integrazione logistica e digitale e riduzione dei costi. L’e-commerce è cresciuto fortemente nel quarto trimestre. A Taiwan, il risultato delle vendite è rimasto solido (+ 1,1% LFL).

 

PIANO CARREFOUR 2022

Leader nella transizione alimentare

Nel 2018 è stato lanciato un potente processo di trasformazione che prevede azioni concrete per diventare il leader nella “transizione alimentare”, la costruzione di un modello di crescita incentrato su un rapido rinnovamento della proposta commerciale supportata da partnership, sulla rapida diffusione dell’offerta omnicanale e sulla espansione dei formati in crescita.  Inoltre il piano fa leva sulla cultura dell’efficienza operativa e sulla disciplina finanziaria attraverso una profonda trasformazione delle organizzazioni, delle alleanze negli acquisti, attraverso l’industrializzazione dei processi e ottimizzazione dei costi.

Alexandre Bompard, Chairman e Chief Executive Officer, ha dichiarato: “La solida performance del quarto trimestre di Carrefour conferma la dinamica dell’intero 2018. Dal lancio del piano Carrefour 2022 un anno fa, abbiamo avviato una trasformazione senza precedenti del nostro gruppo. Nel 2018, abbiamo rivisto e semplificato le nostre organizzazioni, migliorato la nostra efficienza, avviato importanti partnership e implementato il nostro nuovo modello di crescita. Quest’anno ha inciso anche la nostra nuova ambizione di guidare la transizione alimentare, guidata dal nostro programma globale “Act for Food”. Attraverso la somma dei suoi impegni e iniziative concrete, Carrefour è diventato il leader nel mangiar sano.”

Nell’ambito del piano sono state lanciate iniziative molto concrete, in particolare:

  • Sviluppo dell’offerta biologica: ampliamento dell’assortimento di prodotti biologici (750 SKU ai marchi Carrefour alla fine del 2018); acquisizione di Planeta Huerto.
  • Qualità alimentare e tracciabilità: implementazione continua della tecnologia blockchain sui prodotti Carrefour Quality Line (FQC). Alla fine del 2018, una prima ondata di prodotti ha beneficiato della tecnologia in Francia, Spagna, Italia, Belgio e Cina.
  • Rapporti con gli agricoltori: 210 partenariati per sostenere i produttori a convertirsi all’agricoltura biologica, compresi 70 accordi con i produttori di latte firmati nel quarto trimestre.
  • Governance: il Comitato di orientamento alimentare, creato a settembre, ha tenuto la sua prima riunione di lavoro in ottobre.
  • Benessere degli animali: Carrefour ha avviato un audit indipendente dei propri macelli ed è il primo retailer francese a richiedere l’installazione di telecamere nei propri macelli.

Quest’anno, il Gruppo ha accelerato la crescita dei prodotti biologici, con un fatturato di € 1,8 miliardi rispetto a € 1,3 miliardi nel 2017, un primo passo verso il raggiungimento dell’obiettivo di € 5 miliardi nel 2022.

 

Costruzione di un nuovo modello di crescita

Carrefour ha iniziato un importante rinnovamento della sua offerta commerciale. Assortimenti e servizi vengono rivalutati per soddisfare al meglio le aspettative dei consumatori:

  • Riduzione dell’assortimento: -7,5% in Francia alla fine del 2018, in linea con l’obiettivo del -10%
  • Nuovi servizi finanziari: l’app di pagamento mobile Carrefour Pay è disponibile in tutti i paesi; continua la forte crescita del numero di titolari di carte Atacadão per raggiungere 1,6 milioni alla fine di dicembre; avvio dell’assicurazione self-service in Francia.

Gli investimenti commerciali mirati a rafforzare la competitività dei prezzi sono stati avviati già nel primo trimestre.

  • In linea con le precedenti iniziative commerciali, gli ipermercati Carrefour sono stati tra i primi, a novembre, a mobilitarsi a favore del potere d’acquisto francese con i “Fuel Days”, due settimane eccezionali durante le quali la benzina è stata venduta in Francia al costo.

Carrefour continua a modernizzare i suoi negozi e la sua offerta per offrire una migliore esperienza di acquisto. Ciò si concretizza in particolare nello sviluppo di nuovi concetti commerciali in negozio e nella riallocazione delle aree di vendita.

  • Nuovi concetti commerciali: apertura di shop-in-shop per prodotti di elettronica di consumo (nel quarto trimestre, 2 con Darty in Francia, 2 con Media Markt in Polonia, 11 con Gome in Cina); sulla scia del successo del lancio di Bio Expérience a Chambourcy, un’area di 600 mq dedicata ai prodotti biologici, nel 2018 sono state aperte 4 nuove aree dedicate; realizzazione di corner organici nei paesi del Gruppo.
  • Accelerazione e approccio sistematico al processo di riallocazione delle aree di vendita: prime riduzioni in Francia (20.000 mq), Belgio (5 ipermercati convertiti in supermercati) e Argentina (16 ipermercati convertiti in Maxi)

Inoltre, Carrefour sta accelerando il lancio di nuove tecnologie all’interno dei suoi negozi, sfruttando così la tendenza “retailtech” attraverso partnership strategiche con, ad esempio, Google o Tencent.

  • La partnership con Google, che fa di Carrefour il suo primo partner globale nella vendita al dettaglio di generi alimentari, è entrato nella fase operativa e The Lab sarà presto inaugurato.
  • In Cina, Carrefour ha implementato nuovi servizi, basati in particolare sulla sua partnership con Tencent. La tecnologia Scan & Go è stata implementata in meno di 3 mesi in tutti i negozi, è stato implementato il self-check-out e il tasso di penetrazione dei pagamenti digitali è aumentato drasticamente.

La strategia digitale e un’offerta omnicanale di prodotti alimentari sono state implementate in tutti i paesi del Gruppo nel 2018, generando una crescita delle vendite di food online di oltre il 30% nel quarto trimestre:

  • Completamento del lancio di singoli siti web in tutti i paesi del Gruppo nel quarto trimestre, in particolare con il lancio del sito web Carrefour.fr sviluppato in collaborazione con Sapient.
  • Sviluppo di strumenti di preparazione degli ordini Internet per ottimizzare velocità di servizio, velocità e costi di picking: potenziamento delle piattaforme di preparazione ordini (PPC) standalone, inaugurazione di un nuovo PPC nella regione di Parigi nel quarto trimestre; apertura di diverse piattaforme ibride a livello internazionale.
  • Apertura di nuovi drive e drive pedonali: 1.616 drive aperti in tutto il mondo a fine dicembre, di cui 841 in Francia e 10 in Brasile; dopo il lancio delle prime unità pedonali in aprile, il loro numero raggiungerà i 42 alla fine di gennaio 2019, di cui 31 a Parigi e 11 nella regione di Lione.

Carrefour ha continuato la rapida espansione dei formati di crescita:

  • Cash & Carry: 20 Atacadão aperto in Brasile (di cui 6 nel quarto trimestre), 16 ipermercati convertiti in Maxi in Argentina (di cui 14 nel quarto trimestre), 4 Supeco aperto in Romania e 4 in Spagna
  • Convenience: quest’anno sono stati aperti 474 nuovi negozi, 169 dei quali nel quarto trimestre; inaugurazione a dicembre del primo negozio pilota La Halle a Clichy, un nuovo concetto di negozio di prossimità con un’ampia offerta di prodotti freschi e tradizionali, servizi digitali e un’area ristorante.

 

Cultura dell’efficienza operativa e della disciplina finanziaria

Nel 2018, Carrefour ha profondamente trasformato le sue organizzazioni, che sono diventate più semplici e più agili, con:

  • La creazione di organizzazioni semplificate e agili dopo il completamento dei piani di partenza volontari: 2.400 impiegati hanno lasciato la sede principale in Francia e 1.000 in Argentina; 1.000 partenze volontarie sono in corso in Belgio.
  • L’uscita dal perimetro del Gruppo dei negozi ex-Dia è stata completata dopo la chiusura di 273 negozi a fine luglio 2018.

Carrefour ha adottato un approccio più industrializzato ed efficiente a tutti i suoi processi operativi e alle sue spese:

  • Implementazione in tutti i paesi del Gruppo di protocolli standard di approvvigionamento per beni non destinati alla rivendita, ispirati a logiche industriali.
  • Completamento delle prime negoziazioni congiunte tra paesi europei, in particolare per la fornitura di attrezzature e su alcune linee di spesa operative.

Nel quarto trimestre è iniziata l’implementazione operativa delle alleanze di acquisto con Tesco e Système U:

  • I negoziati congiunti con Tesco e Système U sono attualmente in corso e si prevedono i primi guadagni dal 2019.
  • Nel mese di novembre 2018, Carrefour Belgium e Provera Belux hanno annunciato un’alleanza d’acquisto per i loro 140 migliori fornitori.

Pertanto, in tutti i paesi, Carrefour sta implementando una dinamica di riduzione dei costi rafforzando nel contempo la selettività e la produttività dei suoi investimenti.

Migliorata liquidità e Bilancio solido

Nel 2018, Carrefour ha emesso obbligazioni per circa € 1,8 miliardi. Queste operazioni hanno permesso di mantenere una scadenza media di 3,6 anni e quindi migliorare significativamente la propria liquidità a medio termine.

Il successo di queste operazioni, che erano in gran parte in eccesso, attesta la grande fiducia degli investitori a reddito fisso in Carrefour.

Inoltre, Carrefour dispone di linee di credito non utilizzate con i suoi partner bancari per un ammontare di € 3,9 miliardi con scadenza nel 2022 e nel 2023.

Il Gruppo Carrefour beneficia quindi di un solido bilancio. Questo è un vantaggio importante nel contesto dei rapidi cambiamenti nella vendita al dettaglio di prodotti alimentari.

Il Gruppo ha un rating BBB + outlook negativo per Standard & Poor’s e Baa1 outlook stabile per Moody’s.

 

OUTLOOK

I primi risultati, in un contesto macroeconomico complesso, rafforzano la fiducia del management nella rilevanza del piano Carrefour 2022 che sostiene l’ambizione del gruppo: essere il leader nella transizione alimentare.

Il gruppo conferma quindi i suoi obiettivi, e in particolare:

  • Un piano di riduzione dei costi di 2 miliardi di euro su base annua entro il 2020.
  • La cessione di asset immobiliari non strategici per 500 milioni di euro entro il 2020.
  • 5 miliardi di euro di vendite di e-commerce nel 2022.
  • 5 miliardi di euro di vendite di prodotti biologici nel 2022.

Inoltre, il ROI del Gruppo per il 2018 è previsto a circa € 1.930 milioni (dato stimato), con un effetto valutario negativo stimato in € 160 milioni. Di conseguenza, il ROI del 2018 dovrebbe aumentare di circa € 85 milioni a tassi di cambio costanti rispetto al ROI riferito al 2017 (di cui € 36 milioni nel primo semestre).

Tagged with:

COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

ARTICOLI CORRELATI

Torna su