GDO News
Nessun commento

Aldi, le aperture continuano a “tappe forzate”

Dopo i primi dieci punti vendita inaugurati lo scorso primo marzo, Aldi prosegue la campagna di aperture in Italia con l’obiettivo di raggiungere e superare i 45 store attivi entro la fine del 2018. Il 15 marzo la multinazionale tedesca ha inaugurato i punti vendita a Stezzano (Bergamo), Fidenza (Parma), Trieste, Borgo Valsugana (Trento), Concorezzo (Monza) e Verona. A Ferrara, invece, è calendarizzata un’inaugurazione per il 22 marzo prossimo, così come ad Arcore (Monza), Gambarare di Mira (Venezia), Marcon (Venezia, nei pressi di San Donà di Piave), Reana del Rojale (Udine) e Manzano (Udine).

L’arrivo di Aldi in Italia sta avvenendo in seguito a un’attenta preparazione che, negli ultimi due anni, ha permesso all’azienda di definire un piano di sviluppo che prevede l’apertura di punti vendita praticamente in tutto il Nord Italia. Giovedì primo marzo avevano già aperto al pubblico i primi 10 negozi, distribuiti nei comuni di Bagnolo Mella (Brescia), Cantù (Como), Castellanza (Varese), Curno (Bergamo), Peschiera del Garda (Verona), Piacenza, Rovereto (Trento), San Donà di Piave (Venezia), Spilimbergo (Pordenone) e Trento.

L’arrivo di ALDI ha già dato un impulso anche all’occupazione: ad oggi infatti il discounter ha assunto oltre 880 collaboratori, con la prospettiva di chiudere l’anno con più di 1.500 assunzioni.

Tagged with:

COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

ARTICOLI CORRELATI

Torna su