GDO News
Nessun commento

Esselunga: analisi di 5 anni di Bilanci del gioiello della Distribuzione italiana

Esselunga è il gioiello della Distribuzione italiana. L’azienda, prima che venisse a mancare il patron Bernardo nell’autunno dello scorso anno, aveva iniziato una procedura per la messa in vendita. La morte del fondatore gettò nel caos il progetto di vendita sino a quando gli eredi, dopo un periodo di silenzio, hanno deciso di non vendere anzi di rilanciare l’azienda. Nemmeno una incredibile offerta di 7,5 miliardi di euro, avanzata da un Gruppo di investimenti cinese, è bastato a dare incertezza alle volontà degli eredi, anzì in rapida successione i medesimi hanno deciso di quotare in Borsa l’azienda. Sarebbe la prima azienda italiana, nel settore Retail, ad essere quotata in Borsa.

Il dott. Giuseppe Di Napoli, noto analista finanziario specializzato nel segmento Retail, Senior Partner della società Obiettivo Valore, ha aggiornato la performance del Gruppo secondo l’ultimo Bilancio depositato. Nei prossimi giorni GDONews pubblicherà in esclusiva l'E-Book completo con i Grafici e le Tabelle. Se volete preordinare l'E-Book potete scrivere a commerciale@gdonews.it

Esselunga: analisi finanziaria dei Bilanci dal 2011 al 2015

L’analisi che segue riguarda le attività commerciali dell’insegna Esselunga, uno dei principali player nel settore della GDO, che opera nel nostro Paese attraverso i seguenti format (Tabella 1):

nella tabella sopra i 3 formati di Esselunga e la relativa numerica Punti di Vendita

I dati dei tre diversi format verranno analizzati in modo congiunto, facendo riferimento ai valori complessivi dell’impresa, la quale non distingue nei documenti di bilancio le performance delle tre singole aree di business.

Laddove ritenuto utile si farà poi un confronto fra i dati Esselunga e quelli di un gruppo di aziende della GDO concorrenti (Carrefour, Il Gigante, Canova 2007 e Auchan).

L’analisi si fonda come sempre sui Bilanci non consolidati dal 2011 al 2015 (e dove possibile sulle informazioni anticipate dall’azienda per il 2016) e su alcuni importanti dati di tipo operativo (punti vendita, superfici di vendita e dipendenti), concentrandosi sulle seguenti aree:

A) Evoluzione dei principali dati operativi:

1)            Fatturato;

2)            Punti vendita;

3)            Superficie di vendita;

4)            Dipendenti

5)            Fatturato per metro quadro

6)            Fatturato per punto vendita

7)            Fatturato per dipendente

B) Evoluzione dei principali dati economico-finanziari:

1)            Primo Margine;

2)            Valore Aggiunto

3)            EBIT margin

4)            Profit margin

5)            Rotazione del Magazzino / gg medi di giacenza delle merci

6)            Tempi medi di pagamento

7)            Redditività dell’Attivo (ROI)

8)            Redditività dei Mezzi Propri (ROE)

 

Evoluzione dei principali dati operativi

 

Di seguito l’andamento del giro d’affari di ESSELUNGA (Grafico 1 e Tabella 2):

 

L’esame evidenzia una crescita complessiva “secca” dei ricavi nel periodo 2011-2015 del 10% (da 6,5 a 7,2 mld €), che in termini di tasso di crescita medio annuo composto (cagr) equivale al +2,5%.

La crescita delle vendite sopra richiamata (+2,5% medio annuo), come vedremo, è spiegata dall’effetto congiunto dell’aumento dei punti vendita (+1,9% medio annuo) e dell’espansione del fatturato per metro quadro (+0,6% medio annuo).

Nel 2016 l’impresa dichiara di avere realizzato un aumento del fatturato consolidato del 3,1% rispetto al 2015.

La dinamica complessiva dei ricavi ricalca quindi in parte l’evoluzione dei punti vendita (Grafico 2 e Tabella 3), i quali sono aumentati dell’8% nel periodo in esame (+1,9% in media ogni anno), pari a

GRAFICI, IMMAGINI E ALTRI CONTENUTI SONO RISERVATI AGLI ABBONATI

 
Tagged with:
Dati dell'autore:
Ha scritto 55 articoli
Dott. Giuseppe Di Napoli

Consulente di direzione con 20 anni di esperienza nell’area Finance di industrie e aziende della GDO italiana. E’ stato uno dei più giovani membri del board nazionale dell’Associazione Italiana degli Analisti Finanziari (aiaf, 45 anni di attività, 1.000 associati), per la quale ha ricoperto il ruolo di responsabile dell’area Valutazione d’Azienda e di Business. E’ Autore di numerosi saggi in tema di Valutazione d’Azienda e Rischio Finanziario. E’ docente in materia di analisi finanziaria. Supporta la direzione finanziaria e la direzione crediti delle aziende clienti, curando fra l’altro lo sviluppo di modelli di calcolo del rischio finanziario di clienti e fornitori strategici.

COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

ARTICOLI CORRELATI

Torna su