Secondo Altroconsumo Esselunga è la catena con i prezzi al pubblico meno cari d’Italia

4

La Spezia era una città sui cui noi di GDONews ci eravamo concentrati negli ultimi due anni, ossia dall’apertura del PdV Esselunga in terra Ligure, famoso feudo del mondo Coop, e dove il prezzo al pubblico non era un concetto dominante, dato il potere oligarchico presente nella regione. Il “ponte” tra Toscana e Lombardia da parte di Esselunga sembrava un sogno attraverso la terra ligure, ma ciò avvenne; gli esiti furono immediati: La Spezia, dal 30° posto in graduatoria prezzi della rivista Altroconsumo scese ai primi 10 subito, oggi la stessa rivista, racconta invece con il prossimo rapporto in uscita tra breve, che La Spezia è la città meno cara d’Italia dove fare la spesa. Non dimentichiamo che Genova, in particolare, ha sempre vantato primati non certo esaltanti in termini di competitività, dovendo tra l’altro fare i conti con quello che è di fatto quasi un monopolio nella gestione degli iper, ma per la Liguria questo è un riscatto pesante perché a La Spezia adesso si risparmiano 1.300 euro in un anno sulla media nazionale (6000 euro l’anno). Come termine di paragone, Milano è al dodicesimo posto (risparmio di 775 euro) e Roma solo trentaduesima con 431 euro di risparmio.
Ovviamente a La Spezia il supermercato più conveniente è Esselunga, che proprio nel levante ligure riesce a contendere alla Coop un ruolo forte nel settore. Nell’indagine annuale di Altroconsumo, realizzata su un campione di 931 punti vendita in 66 città italiane, la maglia nera per i prezzi dei supermercati spetta a Foggia e Palermo. E se si scorre la classifica dei supermercati più convenienti, al primo posto si piazza la catena che fa capo a Bernardo Caprotti, Esselunga, che anche nel 2009 risulta essere il gruppo della grande distribuzione con i prezzi più competitivi del Belpaese. Seguono Panorama, Bennet, Iper e Carrefour. Pertanto, il punto vendita Esselunga di La Spezia conquista la medaglia d’oro di negozio, in assoluto, più conveniente in tutta Italia. Prossimamente andremo nel dettaglio di tale indagine, però per adesso è importante verificare come funziona bene un mercato quando gli si dà la possibilità di essere davvero libero.

Dott. Andrea Meneghini
Analista ed esperto di Grande Distribuzione alimentare. E’ un attento osservatore delle dinamiche evolutive dei diversi format in Italia ed in Europa. Collabora con alcuni Gruppi della GDO italiana nelle aree di crisis communication management e news management. Affianca la Direzione Generale di alcuni Gruppi della GDO nella gestione delle strategie aziendali. Collabora anche con aziende del Mass Market Retail all'estero come assistant manager sull'italian food. Si può contattare scrivendo a meneghini@gdonews.it

4 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui