mercoledì 24 Luglio 2024

Terremoto nella Centrale ESD: Il gruppo Agorà esce dalla Supercentrale

Con uno scarno comunicato ai fornitori il gruppo Agorà ha spiegato che in data 31 Dicembre 2007 scade la permanenza dello Stesso all’interno della Centrale ESD. Si tratta di un vero e proprio terremoto simile a quello che nell’estate 2006 balzò alla ribalta delle cronache quando Aspiag comunicò la fuoriuscita dalla defunta Centrale Mecades. Che cosa sta succedendo? Da un lato all’interno della Centrale Agorà le voci, tutte all’unisono, parlano di normale situazione di cambiamento; in effetti la vita distributiva del nostro Paese è fatta di cicli, di periodi dove esistono determinate opportunità che poi vanno modificandosi nel tempo. Nella fattispecie, alcune delle cause dell’allontanamento possono essere identificate in una serie di ragioni: da una parte il cambiamento strutturale della Stessa Centrale Agorà, dopo che nel corrente anno, con un grande sforzo economico ed organizzativo, è arrivata alla univoca gestione di somministrazione ottemperata da un Magazzino Centralizzato efficace ed operativo per tutte e quattro le imprese associate appartenenti al Gruppo, ovvero Tigros, Com Service, Sogegross e Seven. Un cambiamento radicale e straordinario che modifica anche le esigenze intrinseche di una Centrale e delle sue strategie. Dall’altro lato l’insicurezza determinata dagli avvenimenti che potranno e potrebbero coinvolgere altre imprese associate al Gruppo ESD, come Esselunga ed il suo destino così oggetto di notizie e talvolta così soggetto a disinformazione. Ma il risultato può anche concretizzarsi nell’insicurezza. Queste possono essere alcune delle spiegazioni relative all’importante decisione del Gruppo Agorà. Altre voci parlano invece di incomprensioni tra gli appartenenti alla Supercentrale derivanti proprio dalla creazione del Magazzino Centralizzato. Una struttura importante che ha da un lato generato ingenti costi di investimento, ma che dall’altro rappresenta un’evoluzione del rapporto tra industria e distribuzione con consistenti risparmi logistici ad opera della prima e conseguente – ipotetica – richiesta di conguaglio ad opera della seconda. Forse questo, secondo alcuni, è il punto di rottura tra le Centrali appartenenti ad ESD.

2 Commenti

  1. Il Gruppo Agora’ entrera’ in Centrale Acquisti Carrefour il che presuppone un opzione di vendita al Gruppo Carrefour !
    Ecco a che cosa vogliono arrivare i soci Agora’ tutto il resto gia’ visto e sentito , dopo le belle parole la verita’ : il polo logistico ha mille difficolta’ ( e sono entrati solo due soci )e le inefficienze si sprecano

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui
Captcha verification failed!
CAPTCHA user score failed. Please contact us!

Ultimi Articoli

Unicoop Firenze cede i punti vendita romani a PAC 2000A

0
Unicoop Firenze ha annunciato di aver finalizzato un accordo preliminare per vendere i suoi punti vendita a Roma, operanti sotto il marchio Doc*Roma. La...

iN’s Mercato rafforza la sua presenza in Lombardia e Liguria con...

0
Con l'obiettivo di rafforzare la propria presenza nel nord Italia, iN's Mercato, catena discount con sede a Venezia e operante in 12 regioni con...

Unes avanza nel rebranding: nuove ristrutturazioni a Torino, Treviglio e Gavirate

0
La catena di grande distribuzione Unes continua il suo percorso di rebranding, avviato lo scorso novembre, trasformando tutti i suoi negozi sotto la nuova...

Nova Coop apre ad Ivrea un nuovo superstore

0
Da giovedì 18 luglio, la città di Ivrea, in provincia di Torino, accoglierà l'apertura di un nuovo superstore realizzato da Nova Coop. Situato in...

MD arriva a quota 186 negozi in Lombardia con il nuovo...

0
Il primo punto vendita MD a Lissone ha aperto le sue porte con un simbolico taglio del nastro al femminile, eseguito dalla Store Manager....