Commercio: Unioncamere, +0,3% vendite primi 3 mesi

0

Sei mesi consecutivi con il segno più: dopo il +0,4% registrato nel quarto trimestre del 2005, anche nei primi tre mesi del 2006 le vendite delle imprese commerciali si sono chiuse in attivo (+0,3% tendenziale), grazie all’andamento positivo delle imprese della grande distribuzione e ad un’accelerazione del Nord-Est. Sale al +0,7% il dato relativo al giro d’affari delle imprese dei servizi in senso stretto, tra le quali spiccano le performance delle aziende del commercio all’ingrosso e di autoveicoli.
Decisamente positive, quindi, le previsioni per il II trimestre 2006 di entrambi i comparti. E’ quanto emerge dall’indagine periodica del Centro Studi di Unioncamere sulla congiuntura delle piccole e medie imprese da 1 a 500 dipendenti nel I trimestre 2006. L’indagine fornisce trimestralmente andamenti e previsioni per tutti i settori di attività economica, dall’industria manifatturiera ai servizi.
In particolare gli andamenti hanno avuto le seguenti dinamiche:

COMMERCIO AL DETTAGLIO: l’incremento dello 0,3% delle vendite delle imprese commerciali nel I trimestre 2006 rispetto all’analogo periodo del 2005 appare legato essenzialmente alle buone performance della grande distribuzione (+2,3%). Leggera la flessione per le medie dimensioni (-0,3%), mentre ancora elevate sono le difficoltà dei piccoli esercizi commerciali (-1,4%). Il Nord-Est (+1,8%) ed il Centro (+0,6%) le aree in cui la ripresa dei consumi appare più robusta, mentre il Nord-Ovest si allinea perfettamente alla media nazionale. In negativo, invece, il dato del Mezzogiorno (-1,1%). A livello settoriale, da segnalare l’ottimo andamento degli ipermercati, supermercati e grandi magazzini (+2,6), mentre in flessione risulta il commercio di prodotti alimentari (-1,0%) e sostanzialmente stabile il segmento non alimentare, all’interno del quale, però, le vendite dei prodotti per la casa ed elettrodomestici crescono dello 0,4%. Positive le aspettative per il II trimestre 2006.

SERVIZI: la crescita dello 0,7% del volume d’affari delle imprese dei servizi in senso stretto nel I trimestre dell’anno rispetto al I trimestre 2005 risulta determinata dal buon andamento delle imprese con oltre 50 dipendenti (+2,4%) e di quelle con 10-49 dipendenti (+1,9%). In flessione dell’1,8%, invece, risultano le imprese con 1-9 dipendenti. Nord-Ovest (+0,8%) e Centro (+0,3%) le aree in cui si sono registrati i maggiori incrementi. Sostanzialmente stazionari gli andamenti del Nord-Est e del Mezzogiorno. Tutti i settori, ad eccezione delle Costruzioni e degli Alberghi, ristoranti e servizi turistici, chiudono il trimestre con incrementi del volume d’affari oscillanti tra il +1,3% del Commercio all’ingrosso e di autoveicoli e lo 0,2% degli Altri servizi. Anche in questo settore le imprese appaiono decisamente ottimiste rispetto al prossimo futuro.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui