Pam e Carrefour: confronto tra due colossi in difficoltà

Sono stati pubblicati i bilanci di GS Spa e di Pam Panorama Spa del 2021 ed il verdetto è duro: il 2020, l'anno del Covid, dove gli Ipermercati erano stati abbandonati dal consumatori, non è stato riscattato. GS Spa ha calato il fatturato e, soprattutto, ha chiuso con un EBIT ancora in forte perdita. Anche i ricavi di Pam sono in negativo rispetto al 2020 ed al 2019, ma superiori a quelli del 2018. EBIT in negativo. Ma qual è lo stato patrimoniale delle due aziende? E' sufficiente ad affrontare le turbolenze in atto? Come si è trasformato negli anni? Studio, analisi, tabelle e grafici ripercorrono i numeri meno conosciuti delle due aziende negli ultimi dieci anni

0

Pam e Carrefour non hanno chiuso positivamente il bilancio del 2021, il primo con una perdita (EBIT) inferiore a quella subita nel 2020, mentre il secondo con un margine operativo (EBIT) negativo decisamente rilevante, come si leggerà nell’articolo. C’è da preoccuparsi? No, in entrambi i casi siamo di fronte ad aziende ben patrimonializzate ma è doveroso mettere in evidenza i trend delle due, rilevare come negli anni le patrimonializzazioni siano cambiate in peggio, e qual è l’attuale stato dell’essere.

Questo studio, prosegue la serie che mette a confronto i dati di bilancio di alcuni fra i principali soggetti attivi nel mondo della GDO italiana, e che hanno già pubblicato quello del 2021, guardando in particolare all’evoluzione dello stato patrimoniale e a quanta parte degli utili generati negli scorsi anni sia stata accantonata a riserva.

Le risposte che vogliamo dare al lettore, oltre ai dati del conto economico di ogni singolo anno, da dieci anni ad oggi, sono: in che modo le aziende sono arrivate ad avere un determinato stato patrimoniale, in quanto tempo, in particolare in quali anni?

Il livello di solidità patrimoniale sarà dirimente nei prossimi mesi, e l’acuirsi della crisi energetica e delle materie prime ne è l’evidenza, e probabilmente questa determinerà la vita o la morte di supermercati e ipermercati.

Va premesso che entrambe le realtà (Gs e PAM) negli ultimi anni non hanno generato utili da poter mettere a riserva, piuttosto di sono dovute ingegnare per trovare i soldi necessari a tappare i buchi in bilancio: la “crisi” è strutturale per via del fatto che nell’organizzazione di questi grandi gruppi è preponderante il peso specifico degli ipermercati sul fatturato totale.

Ipermercati che annaspano da tempo e ai quali il cambiamento delle abitudini imposto dalla pandemia di Covid-19 ha dato l’ennesima, ulteriore mazzata.


L’ARTICOLO COMPLETO, I RELATIVI GRAFICI, IMMAGINI ED ALTRI CONTENUTI SONO RISERVATI AGLI ABBONATI. VERIFICA QUALE ABBONAMENTO E’ IL MIGLIORE PER LE TUE ESIGENZE

SEI GIA’ ABBONATO? ACCEDI QUI
.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui