Agorà e Selex: profitti a confronto. Analisi delle performance qualitative di tanti retailer eccellenti

0

Oggi si conclude il lungo studio sulla supercentrale ESD e sulle relative associate (o consorziate) imprese retail legate alle centrali Selex ed Agorà. Dopo cinque pubblicazioni, partendo dalle quote di mercato (2020) della supercentrale, delle singole centrali e di ogni impresa retail anche scendendo nei vari territori, per arrivare agli studi sulle prestazioni economiche di tutte queste imprese, non solo degli ultimi bilanci (2019) ma anche nel confronto allargato agli ultimi 5 anni (2014-2019). Si tratta di un’analisi di benchmark che ha coinvolto oltre 30 imprese (quelle attualmente in ESD) che è in grado di trasferire un’idea molto chiara di cosa rappresenta sul mercato ESD oggi e nel prossimo futuro.

L’analisi si può sicuramente considerare atipica perchè, come appena accennato, non studia (evoluzione delle sue quote di mercato e delle sue prestazioni aziendali) l’evoluzione della supercentrale , oppure delle singole centrali, bensì si concentra nei numeri delle singole imprese retail appartenenti OGGI ad ESD, coinvolgendole anche in un periodo in cui alcune erano inserite in supercentrali e centrali differenti. L’intento è però chiaro: la lettura serve a capire il potenziale sia di ognuna di loro, sia del loro insieme, attuale e del prossimo futuro.

Oggi nell’ultima pubblicazione andremo in profondità sui risultati delle imprese presenti oggi in Agorà Network (Iperal, Basko, Tigros, Nume, Billig, Supermerati Poli, Orvea e Rossetto) chiudendo così il ciclo di ESD, e tale chiusura coincide con un’analisi riassuntiva finale: un grande grafico a quadrante in cui, dopo tutti i vari confronti, si incrociano due dati per ogni azienda retail di Agorà, Selex, Sun ed Aspiag: la somma dei ricavi (fatturato) e la somma dell’Ebitda degli ultimi 5 anni: un grande incrocio di oltre 30 imprese per verificare, nel suo insieme, quali sono coloro che sono cresciute di fatturato, ma che allo stesso tempo anche con il rispettivo margine operativo lordo.

Spieghiamo meglio: se un’azienda cresce di fatturato del 100% in 5 anni, ma il suo EBITDA è cresciuto del 50%, il suo margine si è dimezzato. Ebbene tale esercizio è stato inserito in un grande e riassuntivo grafico con tutte le aziende (oltre 30 tra Selex, SUN, Agorà e Aspiag) che mette in luce chi in questo periodo è cresciuto meglio e chi peggio. Tutti gli articoli pubblicati in precedenza e questo sono visibili ai soli abbonati PREMIUM.

E’ bene ricordare che dalla prossima settimana il programma redazionale di GDONews prevede un lungo studio, anch’esso diluito in diverse pubblicazioni, dedicato alla supercentrale Aicube, alle centrali che la rappresentano sul mercato ed alle aziende ad esse legate.

GRAFICI, IMMAGINI E ALTRI CONTENUTI SONO RISERVATI AGLI ABBONATI

 

Dott. Andrea Meneghini
Analista ed esperto di Grande Distribuzione alimentare. E’ un attento osservatore delle dinamiche evolutive dei diversi format in Italia ed in Europa. Collabora con alcuni Gruppi della GDO italiana nelle aree di crisis communication management e news management. Affianca la Direzione Generale di alcuni Gruppi della GDO nella gestione delle strategie aziendali. Collabora anche con aziende del Mass Market Retail all'estero come assistant manager sull'italian food. Si può contattare scrivendo a meneghini@gdonews.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui