mercoledì 24 Luglio 2024

Convention Distribuzione Sisa Centro Sud: il Gruppo Levante al completo spiega le prossime strategie

A Marina di Ugento (LE) si è svolta dal 9 al 16 Giugno la Convention del Gruppo Distribuzione Sisa Centro Sud. L’azienda, nata nel 2016 e già con oltre 45 soci e quasi cento punti di vendita nel sud Italia esclusa Calabria e Sicilia, ha appena concluso una lunga manifestazione in cui i momenti di unione e divertimento si sono abbinati ad altri di lavoro e formazione.

In particolare Venerdì, nell’ultima giornata di lavori, erano presenti, oltre al Presidente Pasquale Tolli, all’Amministratore Delegato dell’azienda Elpidio Politico ed all’Amministratore delegato di Sisa Sicilia Giuseppe Sammaritano, anche la Presidente del Gruppo Realco e Consigliere d’Amministrazione in D.iT Donatella Prampolini e Marco Bordoli, Amministratore delegato di CRAI ed Amministratore delegato di Levante.

Protagonisti di una interessante tavola rotonda, moderata dal nostro Andrea Meneghini, gli imprenditori ed i manager, sollecitati anche dai diversi giornalisti presenti, hanno spiegato che oggi la Distribuzione Organizzata, anzi Distribuzione Partecipata, come l’ha definita Marco Bordoli, deve essere interpretata come un punto di riferimento non solo per gli acquisti, ma per tutti i servizi che sono necessari ai CeDi locali, ed ancor di più ai punti di vendita, per poter essere distintivi sui vari mercati di riferimento.

Marco Bordoli, Ad CRAI e Ad Gruppo Levante

“Il ruolo di una Centrale è quello di dare al punto di vendita di qualsiasi città una serie di servizi e di prodotti che sappiano essere distintivi” ha spiegato Marco Bordoli “ma l’elemento di unione deve poi trovare la sua necessaria unicità nel territorio, ed in questo caso è l’imprenditore locale a dare la miglior interpretazione alla sua offerta”.

Nonostante il Gruppo Levante stia sopra le Centrali Nazionali D.iT e CRAI e sopra i vari CeDi  ad essi legati “si rende necessaria una maturazione verso un modello Retail in cui la Distribuzione Partecipata si renda più unita di fronte all’industria e più responsabile davanti al consumatore, pur con le necessarie differenze tra un marchio e l’altro”. Ha chiuso Elpidio Politico Ad Distribuzione Sisa Centro Sud.

Donatella Prampolini nel suo intervento si è premurata di spiegare che ogni azienda porta con sé caratteristiche distintive e qualità che possono e devono essere condivise “CRAI ad esempio” ha proseguito la Presidente di Realco “ha operativo un web site e-commerce particolarmente evoluto e tutte le aziende del Gruppo Levante potrebbero, pagando il dovuto, beneficiarne”. Marco Bordoli, sorridendo, ha molto apprezzato ed approvato la proposta della Presidente della Realco Donatella Prampolini, ed ha chiarito che “Levante deve essere una Centrale matura fatta di aziende responsabili, che avoca a sé alcune attività in condivisione con le centrali nazionali, non solo sugli acquisti delle grandi marche e della Private Label nelle aree condivise, ma anche di servizi”. Concludendo “la recente storia della GDO nazionale ha brillantemente dimostrato che non sono i migliori acquisti a fare il successo di un brand davanti al consumatore. Auchan stesso è una chiara dimostrazione di ciò. Oggi la differenza la fa chi sa vendere bene con buone condizioni di acquisto in partenza. Il Gruppo Levante deve quindi prima di tutto essere composto da aziende che vogliono condividere più argomenti possibile, nel pieno rispetto delle volontà della comunità interna e che si concentra molto sugli acquisti ma soprattutto sulle performance delle vendite, ed il loro supporto”.

Donatella Prampolini, Presidente Gruppo Realco

Elpidio Politico, Ad di DSCS, Giuseppe Sammaritano Ad di Sisa Sicilia e Donatella Prampolini Presidente Realco Sigma, hanno dichiarato assieme che all’interno della Centrale D.iT sarebbe utile avere CeDi con possibilità di multi insegna, sia Sisa che Sigma, ma anche i prodotti facenti capo ad Italy Discount, altra grande risorsa della Centrale.

Insomma un gruppo unito che sembra abbia definitivamente superato le differenze storiche determinate dalle singole provenienze.

Una forte unione e soprattutto un’unione trasversale anche con CRAI, ma molto sincera e poco di circostanza. In effetti un forte ombrello (una insegna rilevante con una forte quota di mercato) è sempre stato molto comodo per tutte quelle piccole imprese della DO che, lungi dal cercare grandi condivisioni, pensava di poter beneficiare della forza altrui, pagando una royalty per “il disturbo” nei contratti con l’industria. In verità la stessa industria ha imparato che ciò che deve essere premiante non è la forza di chi li affronta, bensì le prestazioni di chi sta sotto, ed i contratti di conseguenza sono sempre rivolti a costruire volumi nelle vendite grazie alle diverse condizioni contrattuali.

Responsabilità davanti al mercato, verso l’industria e soprattutto verso il consumatore per portare un valore aggiunto fatto di fatti concreti e non grandi numeri ma lontani tra loro. Sembra sia nata la DO, anzi DP (Distribuzione Partecipata) 2.0.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui
Captcha verification failed!
CAPTCHA user score failed. Please contact us!

Ultimi Articoli

Unicoop Firenze cede i punti vendita romani a PAC 2000A

0
Unicoop Firenze ha annunciato di aver finalizzato un accordo preliminare per vendere i suoi punti vendita a Roma, operanti sotto il marchio Doc*Roma. La...

iN’s Mercato rafforza la sua presenza in Lombardia e Liguria con...

0
Con l'obiettivo di rafforzare la propria presenza nel nord Italia, iN's Mercato, catena discount con sede a Venezia e operante in 12 regioni con...

Unes avanza nel rebranding: nuove ristrutturazioni a Torino, Treviglio e Gavirate

0
La catena di grande distribuzione Unes continua il suo percorso di rebranding, avviato lo scorso novembre, trasformando tutti i suoi negozi sotto la nuova...

Nova Coop apre ad Ivrea un nuovo superstore

0
Da giovedì 18 luglio, la città di Ivrea, in provincia di Torino, accoglierà l'apertura di un nuovo superstore realizzato da Nova Coop. Situato in...

MD arriva a quota 186 negozi in Lombardia con il nuovo...

0
Il primo punto vendita MD a Lissone ha aperto le sue porte con un simbolico taglio del nastro al femminile, eseguito dalla Store Manager....