GDO News
Nessun commento

Grano antico: miglior gusto e miglior tollerabilità

GoodMills Innovation presenta la riscoperta del grano 2ab

Da anni i prodotti senza glutine conquistano gli scaffali dei supermercati. Il motivo: i consumatori che hanno problemi di digestione derivanti dal consumo di prodotti a base di grano, pensano che la causa del problema sia la proteina del glutine. Per loro la soluzione più rapida è passare all’utilizzo di pane e panini senza glutine – a volte senza che l’intolleranza al glutine sia stata diagnosticata – per poi scoprire che questi prodotti hanno un gusto e una consistenza deludenti. Considerando tutto questo, GoodMills Innovation ha analizzato il grano antico 2ab che è ben tollerato e ideale per persone con problemi di sensibilità ma non affette da celiachia. Questo grano antico permette di preparare prodotti saporiti e contemporaneamente soddisfa il moderno desiderio dei consumatori di “ritornare alle origini”. L’amministratore delegato Michael Gusko sottolinea i fattori più importanti legati al grano 2ab e parla della tendenza attuale nell’utilizzo del grano antico.

Qual è il nuovo approccio di GoodMills Innovation?

MG: E’ importante capire perché sempre più persone reagiscono ai prodotti a base di grano pur non essendo celiache o allergiche. Il tipo di glutine svolge un ruolo fondamentale. Si presume che il glutine D, contenuto nel moderno grano panificabile, sia più difficile da digerire, in particolare per le persone con un intestino sensibile. Inoltre, i cosiddetti FODMAP spesso causano problemi digestivi e aiutano persino a sviluppare la sindrome del colon irritabile. GoodMills Innovation fa ricerca da 20 anni per poter produrre del pane a base di puro grano antico. Il nostro grano dovrebbe essere tecnologicamente convincente grazie alle sue buone proprietà di panificazione – oltre al gusto eccellente, naturalmente! Abbiamo riscoperto un’antica varietà di grano antico che è privo di glutine D e contiene una bassa quantità di FODMAP. Questo grano 2ab è una formidabile alternativa.

Il grano 2ab è una novità per i panettieri. Che cosa ha di speciale?

MG: Il grano 2ab può essere lavorato senza l’aggiunta del moderno grano panificabile, di glutine oppure di agenti lievitanti standard. Il risultato sono prodotti dal gusto piacevole, con una mollica morbida e gustosa, una crosta croccante e 100 % grano antico.
Il “ritorno alle origini” è attualmente una delle maggiori tendenze nel settore della panificazione e i cereali antichi sono visti come sinonimo di autenticità, di cibo dei nostri antenati e di eccellente abilità. La maggior parte dei cereali antichi possiede scarse proprietà di panificazione e questo è il motivo per cui oggi molti prodotti contenenti grano antico sono mescolati con un’alta percentuale di moderno grano panificabile. Ovviamente questa non è la soluzione migliore per un consumatore sensibile al grano che deve risolvere il suo problema. Con il grano 2ab le panetterie hanno la base ideale per poter offrire prodotti ben tollerati ai loro clienti speciali sensibili al grano.
GoodMills Innovation presenta il frumento 2ab al Sigep fino al 23 gennaio 2019 a Rimini: i visitatori interessati troveranno tutto quello che c’è da sapere su questo prodotto innovativo allo stand 183.
Per ulteriori informazioni: https://2ab-weizen.de/it/home

Contatti:
Matteo Lamborghini Ph.D.
Sales Representative Italy
M +39 334 78 13 999
matteo.lamborghini@goodmillsinnovation.com
http://www.goodmillsinnovation.com

Tagged with:

COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

ARTICOLI CORRELATI

Torna su