Dati ISTAT: La GDO sostiene un mercato in difficoltà

0

Istat qualche giorno fa comunicato le vendite al dettaglio nei primi undici mesi del 2010 ed analizzando questi il mercato della GDO ne esce moderatamente ottimista.
Su base annua, in generale, le cifre sono rimaste sostanzialmente invariate, ovvero quasi ferme, (+0,1 per cento), ma la cosa che può invero preoccupare è che le vendite dei prodotti alimentari sono scese (-0,4 per cento), mentre quelle dei prodotti non alimentari sono cresciute (+0,3 per cento), ma il dato, attenzione,non è riferito al non food della GDO.
Il dato annuo relativo ai primi undici mesi del 2010 è però la sintesi di un aumento dello 0,8 per cento per le imprese della grande distribuzione e di una diminuzione dello 0,3 per cento per le imprese operanti su piccole superfici, un inezia se si considerano i vari aumenti di listini.
Inoltre, l’Istat fa sapere che, guadando ai prodotti non alimentari, nel confronto tendenziale relativo al periodo gennaio-novembre 2009, le vendite dei diversi gruppi hanno mostrato risultati piuttosto eterogenei: in particolare, l’aumento più sostenuto ha riguardato il gruppo Fotoottica e pellicole (+2,3 per cento), mentre il calo più ampio ha interessato, ma oramai è una costante della categoria, il gruppo Dotazioni per l’informatica, telecomunicazioni, telefonia (-1,1 per cento).
Le vendite al dettaglio a novembre, fa sapere l’istituto, sono calate dello 0,3 per cento rispetto a ottobre, mentre sono aumentate dell’1 per cento (dato grezzo) rispetto a novembre 2009. Sulla riduzione mensile pesa sopratutto la performance del comparto alimentare, in calo dello 0,5 per cento.
Sul piano congiunturale anche il non alimentare è stato, comunque, negativo (-0,2 per cento). Su base annua, invece, le vendite di prodotti alimentari sono aumentate dell’1 per cento e quelle di prodotti non alimentari dello 0,9 per cento.
Guardando alla forma distributiva, spiega sempre l’Istat, l’aumento dell’1 per cento registrato nel confronto con il mese di novembre 2009 per il totale delle vendite, deriva da una variazione positiva dell’1,5 per cento delle vendite della grande distribuzione e da un incremento dello 0,6 per cento delle vendite delle imprese operanti su piccole superfici in particolare, con riferimento alla grande distribuzione, su base annua le vendite degli esercizi non specializzati sono aumentate dell’1,4 per cento e quelle degli esercizi specializzati del 2 per cento, in un anno.
Tra gli esercizi non specializzati a prevalenza alimentare la variazione positiva più ampia ha riguardato i discount (+2,6 per cento) e questa notizia si può considerare una mezza sorpresa dati i numeri in sofferenza di molti protagonisti della categoria.
Questi dati positivi relativi alla GDO arrivano,è bene ricordare, in un momento dove il processo di sviluppo della GDO ha subito un rallentamento percentuale rispetto al passato recente.

Dott. Andrea Meneghini
Analista ed esperto di Grande Distribuzione alimentare. E’ un attento osservatore delle dinamiche evolutive dei diversi format in Italia ed in Europa. Collabora con alcuni Gruppi della GDO italiana nelle aree di crisis communication management e news management. Affianca la Direzione Generale di alcuni Gruppi della GDO nella gestione delle strategie aziendali. Collabora anche con aziende del Mass Market Retail all'estero come assistant manager sull'italian food. Si può contattare scrivendo a meneghini@gdonews.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui