domenica 19 Maggio 2024

Meno di un mese a Cibus Parma: in arrivo i primi spunti tematici sul ricchissimo programma eventi

Consumi responsabili e innovazione sostenibile sono tra i pilastri della nuova edizione della fiera, in programma dal 7 al 10 maggio alle Fiere di Parma. Non mancheranno spunti sull’internazionalizzazione del prodotto food italiano e sulle buone pratiche nella gestione di DOP e IGP. Al terzo giorno fari puntati sul mondo Ho.Re.Ca.

Grande rendez-vous per la community internazionale dell’agroalimentare: dal 7 al 10 maggio prossimi, nella cornice delle Fiere di Parma, aprirà i battenti Cibus, il salone internazionale dell’alimentazione Made in Italy. La fiera, ormai sold-out da mesi e con una lista d’attesa superiore alle 600 aziende, segnerà un ritorno ai numeri ante-CoVid, proponendo in rassegna oltre 3.000 brand accreditati come espositori: si tratta del meglio che le manifatture italiane dell’agrifood hanno oggi da offrire al mercato interno e, soprattutto, sui mercati esteri.

CONVEGNI, SEMINARI ED ESPERIENZE IN FIERA

La proposta commerciale di Cibus è ormai consolidata ed estremamente attrattiva, ma non finisce qui per le decine di migliaia di operatori attesi in visita quest’anno. Sarà infatti proprio il ricco programma di attività e iniziative collaterali a confermare questa manifestazione quale piattaforma di networking e interscambio di conoscenze unica nel suo genere. L’esperienza del visitatore in fiera si dipanerà, infatti, tra convegni, seminari, attività esperienziali e altri contenuti tematici, tutti articolati secondo una scansione logica nel corso della quattro giorni.

I GRANDI TEMI DELLA KERMESSE

Mercati, industria e distribuzione: una partita ancora apertissima, su cui Cibus accende i riflettori in diversi momenti della prima giornata di fiera. Tra i temi caldi, rientrano senz’altro le dinamiche e la ricerca di nuovi equilibri di filiera, l’incidenza sul mercato delle innovazioni normative (come quella che ha di recente interessato i prodotti a IG a livello europeo) e, non da ultimo, il termometro dei consumi alimentari.

Nella seconda giornata, focus sulla DOP economy: rappresentanti dei consorzi e voci autorevoli del settore approfondiranno le best practice italiane ed europee di tutela, oltre a una serie di virtuose contaminazioni tra prodotti a IG ed esperienze dell’industria di marca. Nella stessa giornata, si parla anche di esperienze di internazionalizzazione, con diversi appuntamenti dedicati al go-to-market verso gli Stati Uniti e altri contesti di mercato ad alto rendimento. Non solo: nella giornata dell’8 maggio troverà spazio anche il racconto di esperienze aziendali virtuose e sostenibili nel mondo del food, in linea con l’obiettivo della fiera di esplorare da vicino le dinamiche e le migliori pratiche in fatto di ESG.

Nella terza giornata, voce alle filiere (tra le altre, quelle della pasta, oltre ai salumi e alle carni lavorate), ma anche al mondo dell’Ho.Re.Ca., chiamato a ridiscutere la sua offerta alimentare, alla ricerca di esperienze nuove, “educational” e quindi memorabili da proporre a un cliente sempre più complesso.

AREE SPECIALI E APPROFONDIMENTI “VERTICALI”

Saranno cinque in totale le aree dedicate a incontri e seminari. Alcune di queste sono calate all’interno di specifiche sezioni tematiche della fiera e si focalizzeranno, perciò, “verticalmente” su alcuni argomenti. Nell’Arena Innovationça va sans dire – a farla da padrone saranno le esperienze sperimentali e innovative condotte da start-up e aziende strutturate, ma anche dalla cooperazione strategica tra imprese di produzione e mondo della formazione. Nell’Arena Healthy, il tema centrale sarà la nutrition. In questo caso, saranno industria e distribuzione a confrontarsi con università e istituti di ricerca sui nuovi modelli di category management da applicare al mondo del benessere, tanto nella costruzione degli assortimenti mdd, quanto nella proposta complessiva a scaffale.

Con il conto alla rovescia ormai prossimo allo zero, l’appuntamento è a Parma, dal 7 al 10 maggio prossimi, con Cibus, il salone internazionale dell’Authentic Italian Food&Beverage.

 

 

Ultimi Articoli

Demografia, sociologia ed economia, le famiglie italiane sospese fra presente e...

0
In occasione della seconda giornata della 39° edizione de Linkontro, l’evento di riferimento nel mondo del Largo Consumo di NIQ, i relatori Christian Centonze,...

Foggia: Gruppo Megamark investe più di 8 milioni per il suo...

0
Il punto vendita, realizzato secondo i dettami della sostenibilità ambientale, è il trecentesimo Famila in Italia. Novità assoluta il Bistrò Famila con cucina visiva.  Ha...

NIQ a Linkontro: frena l’inflazione, si raffreddano i prezzi ma gli...

0
NIQ (NielsenIQ) in occasione della 39° edizione de Linkontro, l’evento di riferimento nel mondo del Largo Consumo, registra per il 2024 oltre 900 presenze...

A Comacchio (FE) inaugura il primo PetStore Conad della città all’interno...

0
Dopo l’apertura dello Spazio Conad, Comacchio accoglie il nuovo PetStore Conad, il primo della città: oltre 5.000 referenze tra alimenti, prodotti dietetici e parafarmaci...

Il mondo delle meraviglie di FAO Schwarz arriva nel cuore di...

0
Dopo Milano, Parigi. FAO Schwarz, nato nel 1862 dal sogno di Frederick August Otto Schwarz di creare un luogo unico in cui i migliori...