lunedì 17 Giugno 2024

La risposta del mondo della pera alla firma del decreto che stanzia altri 8 milioni a favore del settore

Dopo la lettera aperta al Governo che ha portato alla firma di questo nuovo decreto, il Consorzio di Tutela della Pera dell’Emilia Romagna, il Consorzio UNAPera e l’Organizzazione Interprofessionale Pera si rivolgono nuovamente al Ministro dell’Agricoltura per ribadire la necessità di un intervento più massiccio e concertato con la filiera.

“Grazie Ministro. Apprezziamo l’ulteriore sforzo fatto dal Governo e dal Suo Ministero a sostegno del settore della pera, martoriato dalle avversità climatiche del 2023. Tuttavia, proprio per non vanificarlo, è indispensabile tener conto delle priorità.

Innanzitutto è fondamentale ricercare ulteriori risorse per raggiungere la soglia minima necessaria, da cui purtroppo siamo ancora lontani, per consentire di salvare un settore di rilevanza nazionale non solo a livello agricolo ma anche in ambito economico e sociale. Quanto fatto è veramente apprezzabile ma rimane insufficiente.

Siamo sicuri che il Governo e il Ministero faranno tutto il possibile in questa direzione e che in tempi brevi possano emergere le ulteriori e necessarie risorse finanziare per stabilizzare il settore.

Parimenti e parallelamente, occorre rendere effettivamente e funzionalmente fruibili le risorse finora stanziate e quelle che verranno prossimamente individuate nell’ambito di un sistema organico che veda premiati gli agricoltori che hanno deciso di continuare a coltivare pere definendo un sistema equo di ripartizione che tenga in considerazione l’effettivo danno subito.

Ribadiamo il carattere di estrema urgenza con cui è necessario rendere noti tempi e modi di erogazione dei ristori finora stanziati e ipotizzare quelli futuri, per consentire alle aziende coinvolte in questa sciagura –  che sta di fatto azzerando la liquidità delle imprese –  di poter programmare la prossima campagna. Senza adeguati e tempestivi interventi, infatti, il fondato rischio è che buona parte delle aziende che desiderano portare avanti la pericoltura siano costrette ad abbandonare per non poter far fronte alle anticipazioni colturali.

Non si tratta di urgenza ma di emergenza. Siamo a completa disposizione per un confronto continuo e costruttivo, che auspichiamo, nell’individuazione delle modalità più efficienti e accessibili, certi di poter fornire all’amministrazione un supporto fondamentale grazie alla profonda conoscenza della nostra filiera e delle sue necessità”.

Dott. Andrea Meneghini
Dott. Andrea Meneghinihttps://www.gdonews.it
Analista ed esperto di Grande Distribuzione alimentare. E’ un attento osservatore delle dinamiche evolutive dei diversi format in Italia ed in Europa. Collabora con alcuni Gruppi della GDO italiana nelle aree di crisis communication management e news management. Affianca la Direzione Generale di alcuni Gruppi della GDO nella gestione delle strategie aziendali. Collabora anche con aziende del Mass Market Retail all'estero come assistant manager sull'italian food. Si può contattare scrivendo a meneghini@gdonews.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui
Captcha verification failed!
CAPTCHA user score failed. Please contact us!

Ultimi Articoli

Etruria Retail cresce: inaugurato il nuovo Carrefour Market a Villafranca in...

0
Etruria Retail amplia la sua presenza in Lunigiana con un nuovo Carrefour Market che è stato inaugurato oggi, venerdì 14 giugno, in via Nazionale...

Nuovo look per il supermercato Crai della Cooperativa di Consumo di...

0
La Cooperativa di Consumo di Premariacco è lieta di annunciare la conclusione della ristrutturazione del punto vendita Crai, situato in Via Fiore dei Liberi,...

Aldi rafforza la sua presenza in Lombardia con un nuovo punto...

0
Il 13 giugno, ALDI inaugurerà un nuovo punto vendita a Mariano Comense, in provincia di Como, situato in Via Isonzo all'angolo con Via Cardinale...

Conad Nord Ovest apre un nuovo punto vendita a San Sperate...

0
Domani a San Sperate (SU) aprirà le porte il nuovo supermercato Conad di Via Sant'Andrea, progettato per accogliere residenti e turisti con un'ampia selezione...

Conad Adriatico chiude il 2023 con un fatturato di 2 miliardi

0
Nonostante l’anno ancora connotato dalle forti spinte inflattive, la cooperativa ha archiviato il 2023 con risultati positivi, distinguendosi per l’impegno profuso a sostegno del...