SELEX, bilancio 2020: i primi 4 mesi registrano una crescita pari a 4,1%

0

Si è tenuta giovedì scorso l’Assemblea dei Soci di SELEX Gruppo Commerciale, nella quale è stato approvato il Bilancio 2020 che certifica un incremento delle vendite sul 2019 pari al 10,3%. Dal 1° gennaio di quest’anno, con l’ingresso di 6 nuovi Soci, SELEX è la seconda realtà della distribuzione moderna del Paese (fatturato alla vendita di 16,15 mld €, inclusivo dei canali retail e cash&carry) con una quota di mercato del 14,4%*.

E la crescita continua. Le 18 Imprese familiari italiane che costituiscono il Gruppo nei primi 4 mesi del 2021 registrano infatti un fatturato in crescita del +4,1%. Il contesto generale del mercato rallenta ed il trend Iper+Super si attesta sul + 0,9%. Nel corso dell’Assemblea, alla quale hanno partecipato tutti i 18 Soci, c’è stata la nomina delle cariche sociali del CdA, che vedono la riconferma del Presidente Alessandro Revello di Dimar, con Dario Brendolan di MaxiDì e Giovanni Pomarico di Megamark comE Vicepresidenti.

Alla guida del Gruppo per il secondo mandato Alessandro Revello ha dichiarato: «Il Paese ha vissuto una crisi epocale, ma sappiamo che il prossimo triennio sarà oltremodo complicato e dovremo essere all’altezza della fiducia che i clienti ripongono in noi e nelle nostre insegne ogni giorno. Il Gruppo si è rafforzato con l’ingresso di sei nuovi soci e grazie alla nostra capacità di stare insieme, che si traduce in una collaborazione fattiva e di valore tra le Imprese, mi sento ottimista e sereno nell’affrontare le importanti sfide che ci aspettano».

Per il secondo semestre SELEX conferma il completamento degli investimenti sulla rete vendita** per 360 milioni €, con 72 nuove aperture e 135 ristrutturazione che arricchiranno l’offerta multicanale di insegne nazionali e regionali che coprono tutto il Paese con oltre 3.200 punti vendita. Sono previste ulteriori risorse a sostegno delle famiglie per le quali è stato studiato un piano promozionale che consentirà loro un risparmio di oltre 380 milioni € su tutta la spesa (sul punto vendita e online), si tratti di generi alimentari freschi e freschissimi, drogheria, cura casa e persona.

Maniele Tasca, Direttore Generale: «L’andamento positivo dei primi mesi non modifica la preoccupazione per il secondo semestre dell’anno quando ci confronteremo con le difficoltà economiche di alcune fasce della popolazione e con l’inflazione di materie prime importanti. Gli investimenti programmati dagli imprenditori sono funzionali a mantenere integro il potere di acquisto dei nostri Clienti e a raggiungere gli obiettivi di crescita del +4% per il 2021».

La prima parte del 2021 è stata importante per l’integrazione dei 6 nuovi Soci. Una grande opportunità di sviluppo non solo dal punto di vista commerciale ma anche rispetto alle sinergie che nascono dalle stesse visioni sul futuro. Una fra tutte è la necessità di diventare Imprese sempre più sostenibili.
Da questa esigenza è nata una strategia che coinvolge le Marche del Distributore (Selex, Consilia, il Gigante, Vale, Vanto, Su’) e ha l’obiettivo di ridurre del 9% la plastica utilizzata per i pack, la sostituzione del 30% di plastica vergine con plastica riciclata e eliminazione di 155 tonnellate di overpack.
Di questo e di tutti i progetti promossi a favore della sostenibilità, dei territori e delle persone che li abitano e li vivono, tratta la nuova edizione del Bilancio Sociale SELEX appena pubblicata online: www.bilanciosocialegrupposelex.it

Lo scorso anno sono stati investiti 5 milioni di risorse per sostenere iniziative sul territorio. Dalle donazioni alla sanità, il progetto “scuola” che coinvolge quasi 5.800 istituti scolastici, l’operazione con Banco Alimentare. In collaborazione con organizzazioni e realtà territoriali, il Gruppo e le Imprese Socie
supportano la collettività con la partecipazione diretta a progetti che creano valore condiviso. E con lo stesso intento lavorano per la valorizzazione del tessuto produttivo e del patrimonio enogastronomico dei territori in cui operano. L’Italia, innanzitutto: il 94% dei fornitori dei prodotti a marchio del Gruppo è di origine italiana. Un investimento, quello sulle Marche del Distributore, motivato dal successo di gradimento dei clienti, che si traduce in una quota di mercato della MDD pari a circa il 20% nelle categorie di presenza.

Importanti risultati anche per le vendite del canale e-commerce, del quale fa parte il portale www.cosicomodo.it, cresciute del 45% nei primi 5 mesi dell’anno. Il canale vede attive 12 insegne del Gruppo, per oltre 100 punti di ritiro e 400 territori-CAP coperti dal servizio di consegna a domicilio.

 

*Fonte IRI gennaio’ 21 – Canali: Iper+Super+Superettes+Discount
**In allegato la rete aggiornata a giugno 2021