Libera Terra: qualità, biologico e mediterraneità per il rilancio delle terre liberate dalle mafie

0

Libera Terra è un’esperienza assolutamente unica nel panorama agroalimentare italiano.

I prodotti Libera Terra sono fatti da cooperative contadine, hanno alla base delle imprese agricole che coltivano i campi, producono materie prime e, in maniera collettiva, le trasformano e le commercializzano. Non esistono realtà di questo tipo e di questa complessità in Italia, per di più se si considera la natura e l’origine dei singoli soggetti, così come dei terreni a disposizione.

Facciamo un passo indietro e iniziamo da principio. Libera Terra è una realtà imprenditoriale nata, su impulso dell’associazione Libera, vent’anni fa, che oggi riunisce nove cooperative sociali e un consorzio, anch’esso cooperativa sociale e senza scopo di lucro. Cooperative sociali e agricole che gestiscono terreni e strutture confiscati alle mafie in Sicilia, Calabria, Puglia e Campania e che coinvolgono in quest’attività di rilancio produttivo altri agricoltori biologici del Sud Italia che ne condividono gli stessi principi.

La mission di Libera Terra è restituire dignità, valore e bellezza a territori stupendi ma difficili, attraverso il recupero dei beni confiscati alle mafie, la creazione di aziende cooperative – economicamente sane, in grado di dare lavoro e creare indotto positivo – e la realizzazione di prodotti agroalimentari di qualità, ottenuti con metodi rispettosi dell’ambiente e della persona. Per mezzo di queste attività Libera Terra mira infatti a promuovere un sistema economico virtuoso e sostenibile, basato sulla legalità, sulla giustizia sociale e sul mercato.

Prodotti agroalimentari quindi. Con un portafoglio che, attorno ad alcune filiere portanti a forte connotazione mediterranea, come la pasta, il pomodoro, l’olio e il vino, oggi comprende oltre un centinaio di referenze, dai legumi agli agrumi, passando per i biscotti e gli altri prodotti da forno, fino alla mozzarella di bufala campana. I prodotti sono presenti nei principali canali distributivi, dalla GDO al dettaglio specializzato, dall’HORECA all’online, sia in Italia che all’estero; per un fatturato complessivo, quello del consorzio Libera Terra Mediterraneo che ne cura la commercializzazione, di oltre sette milioni di euro. Un fatturato piccolo, se paragonato a quello dei big player della pasta, del pomodoro, del vino e delle aziende generaliste specializzate in biologico, ma decisamente importante per un’azienda di agricoltori che producono utilizzando materia prima ottenuta da terreni confiscati alle mafie.

Dalla nascita del progetto nel 2001, anno dopo anno, coltivare i terreni sottratti alla criminalità organizzata e realizzare prodotti biologici di qualità è diventato così, grazie all’esperienza di Libera Terra, uno strumento per stimolare il cambiamento sociale, economico e culturale in territori storicamente caratterizzati da una forte presenza della criminalità organizzata.

Un’impresa a forte connotazione etica e sociale dunque, ma pur sempre impresa, che per continuare ad esistere, per essere sostenibile non solo dal punto di vista sociale e ambientale ma anche economico, deve stare sul mercato. E Libera Terra finora ci è riuscita a stare sul mercato.

Ci è riuscita, malgrado la grande dispersione geografica ed eterogeneità dei terreni, malgrado i conseguenti vincoli a specializzarsi in una produzione e beneficiare d’importanti economie di scala. Ci è riuscita, puntando sulla gestione totale della qualità al miglior prezzo possibile; costruendo, passo dopo passo, un posizionamento premium e un rapporto valore-prezzo sempre più vantaggioso per l’acquirente, che lo spinge a sceglierli, perché ne apprezza la bontà in primo luogo e solo in subordine per motivazioni di carattere etico-sociale.

Questa la chiave per essere sostenibili di Libera Terra e questo è quello che avvenuto negli ultimi vent’anni. La grande sfida oggi è rendere i prodotti sempre più reperibili al grande pubblico e riuscire raccontare sempre di più e meglio i luoghi, le materie prime e il lavoro di cui sono frutto.

Ad maiora!

 

Contatti

Consorzio Libera Terra Mediterraneo
Cooperativa Sociale ONLUS
Via Porta Palermo 132
90048 San Giuseppe Jato (PA)
Tel. +39 091 8577655
commerciale@liberaterramediterraneo.it
www.liberaterra.it

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui