Vinitaly 2021 sì farà: dal 20 al 23 giugno la fiera sarà in presenza

0

Nel 2020, Vinitaly era stata costretta dal Covid-19 a dover annullare l’evento. Quest’anno, invece, la 54esima edizione di Vinitaly si terrà in presenza, nonché in totale sicurezza, dal 20 al 23 giugno 2021 a Veronafiere. Il focus è sulla ripartenza del settore, anch’esso colpito dagli sviluppi della situazione pandemica, e sarà possibile aderire all’evento sino al 12 aprile.

Maurizio Danese, vicepresidente di Veronafiere, assicura che si tratterà di un Vinitaly unico rispetto ai precedenti, con l’obiettivo di restituire un ruolo centrale al vino italiano nel mondo. Vinitaly ha in progetto di riunire i buyer e i vari attori della categoria provenienti dai paesi europei più attivi nel settore, restando focalizzato sul b2b.

La sicurezza sarà garantita seguendo le disposizioni previste dall’Associazione esposizioni e fiere italiane. Anche l’assetto della manifestazione stessa sarà curato secondo le norme di distanziamento, assicurato in ogni spazio espositivo. Ad aggiungersi a queste accortezze, la sanificazione costante degli ambienti, il ricambio di aria continui per mezzo di un innovativo sistema di climatizzazione e un servizio di diagnostica medica in tempo reale corollano l’impegno di Vinitaly circa l’ambizione di tornare a fare fiere in presenza.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui