Cantine Valenti e la qualità etnea, un plus per lo scaffale

0

Cantine Valenti nasce nel 2004 dall’ingegno del suo fondatore Giovanni Valenti, che insieme alla moglie Francesca ed al figlio Alessandro portano oggi sulla tavola degli italiani vini pregiati. L’azienda è sita a Passopisciaro, frazione di Castiglione di Sicilia, area nota per la produzione di ottimi vini ETNA DOC.

 

E’ dallo studio del terreno che inizia la produzione, cui segue poi dalla lavorazione della vigna, svolta secondo la tradizione contadina etnea. Cantine Valenti può vantare un ulteriore punto di forza ovvero l’intero ciclo produttivo è svolto in regime biologico.

Qui di seguito, un recente colloquio con il Dott. Giovanni Valenti, che ci ha permesso di addentrarci nella sua realtà.

Chi è Cantine Valenti?

Cantine Valenti è un “giocattolo” che ci siamo ritrovati tra le mani per puro caso. Mi era stata proposta la possibilità di acquistare una vigna a Passopisciaro e dati la curiosità e lo smisurato amore per il verde, vidi l’offerta come un sogno che poteva realizzarsi. La vigna, stando alle opinioni degli esperti, era il miglior pezzo di terra esistente sull’Etna. A poco a poco, io e la mia famiglia abbiamo espanso le nostre proprietà acquistando i terreni limitrofi, per la precisione otto ettari di vigna. A quel punto, ciò che occorreva era una cantina e la nostra attenzione è caduta su una distilleria diroccata e abbandonata dal 1954. Oggi, la distilleria è un vero capolavoro, con una sala di degustazione tra le più caratteristiche di tutta l’Etna. Da allora, il nostro progetto si è esteso ulteriormente con l’acquisto di altri appezzamenti di vigne e oliveti. Oggi, Cantine Valenti possiede quasi quaranta ettari di terreno. L’obiettivo finale era far approdare i nostri prodotti sul mercato in Italia e all’estero: da qui è iniziata la nostra avventura in Cina, in Giappone, negli Stati Uniti, in Canada e ovviamente in tutto il territorio italiano.

Qual è, secondo Lei, il plus che l’azienda ha da offrire?

Guardiola, Bonanno e Arcuria sono le vigne più quotate del territorio, nonché nostre proprietà. In particolare, Arcuria è ubicata sopra una collina priva di ombre, il sole la bagna per tutto l’arco della giornata e la ventilazione è eccellente. E’ quì che si produce tutta l’uva “carricante”, il cui valore è doppio rispetto alla “mascalese”.

Perché il buyer dovrebbe scegliere Cantine Valenti?

Oggi la GDO è in fase di poderosa evoluzione. Fino a qualche anno fa, il prezzo medio di una bottiglia di vino difficilmente superava i 3 euro, poiché si preferiva il risparmio a discapito della qualità. I tempi sono cambiati. Il consumatore conosce i vini e preferisce avere sulla sua tavola un buon prodotto rispetto ad uno economico. La raffinazione del consumatore rende imprescindibile per un buyer inserire negli scaffali un vino di qualità che porti dunque un valore aggiunto anche al negozio, che sia questo un supermercato o ipermercato, che ormai sono forniti tanto quanto vere e proprie enoteche.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui