GDO News
Nessun commento

Io social, tu social, egli social: la rivoluzione di LinkedIn

Che viviamo iperconnessi è oramai conclamato, fa parte della nostra quotidianità, dei nostri tic, dal risveglio quotidiano sino all’ultimo sguardo prima di dormire, la dipendenza da smartphone è una costante dei nostri tempi e delle nostre abitudini di vita.

Chi svolge attività manageriali (nel nostro caso nel mass market retail o nell’industria) vive con il telefono un rapporto di appartenenza fisica, come se fosse una protuberanza del corpo. Volenti o nolenti le e-mails ti inseguono sino al bagno, dentro la metropolitana, mentre si guida (a proposito non lo fate) è diventata una vera e propria dipendenza, come il fumo.

Quando GDONews iniziò il suo mestiere di comunicatore on line, specializzato in Grande Distribuzione, primeggiavano le riviste cartacee. L’idea di GDONews venne in ufficio: tutta quella polvere sui cellophane che contenevano le riviste di settore furono un eccezionale incentivo a dare ai protagonisti della GDO qualcosa di fruibile facilmente dalla scrivania, anzi dal computer.

E fu GDONews

Con l’avvento dei social Networks (Facebook in primis) GDONews si inserì in quel mondo fatto di contatti, commenti, urla, sorrisi che contraddistingue il rapporto virtuale. Lo fece perché era un modo per aumentare i contatti e le relazioni, il vero obiettivo del grande comunicatore. Twitter e soprattutto LinkedIn sono venuti a ruota, ed ognuno ha saputo nel tempo ricoprire uno spazio di mercato distinguibile ed autonomo.

Non solo le persone sono connesse dai social networks, nella Business Community lo sono soprattutto i Brands, i marchi nella loro relazione diretta con il pubblico, ovvero il consumatore finale.

GDONews si è sempre focalizzato nella comunicazione cosiddetta B2B, ovvero quella tra il produttore (o distributore) ed il retailer, lasciando il rapporto con il consumatore finale all’orizzonte, come un racconto lontano, sebbene fondamentale.

Poc’anzi si è scritto come nel mondo dei Social Networks si sia costruita una chiara suddivisione del mercato e dell’offerta: da un lato il social network che si adatta perfettamente alla comunicazione B2C, ovvero quella tra i Brands ed i consumatori, e dall’altro quella che si adatta alla comunicazione B2B, ovvero tra aziende.

La prima è resa protagonista da applicazioni come Facebook e sempre più da Instagram; anzi oggi esiste un differente stile di comunicazione tra l’utilizzo di una applicazione rispetto all’altra, perché sono diversi i fruitori, soprattutto diversità di tipo generazionale.

La comunicazione invece si fa ancor più distinta, e necessariamente più tecnica, quando si passa dal linguaggio B2C a quello B2B.

Il social network principe nella comunicazione B2B è LinkedIn.

Per chi non lo avesse intuito LinkedIn è la rivoluzione dello storico rapporto tra industria e retail

I due mondi, da sempre distanti, considerati per decenni separati dall’ovatta delle relazioni interpersonali sino a quelle intime ed esclusive, si sono così sgretolati per incontrarsi nell’etere, dentro una applicazione che permette di comunicare e farsi conoscere.

78

GDONews ha puntato da subito su LinkedIn intuendone le potenzialità.

Oggi i diversi redattori, oltre al Gruppo GDONews ed alla pagina della Redazione, constano assieme di quasi 20 mila contatti: un numero rilevante per la comunicazione B2B, sicuramente la community più affollata rispetto a tutti gli altri magazine presenti nel social network.

79

Questa forte attenzione a questo genere di comunicazione ha fatto sì che da oltre un anno gli accessi al portale on line provenienti dai social abbiano quasi eguagliato quelli provenienti dalla newsletter (che tra l’altro negli ultimi mesi è cresciuta quasi del 40% di utenti attivi e partecipi), dando una forte evoluzione ai lettori.

La settimana scorsa abbiamo postato su LinkedIn due articoli sull’arrivo di Aldi in Italia, conseguenza di uno speciale FOCUS molto fortunato da noi pubblicato sul portale on line, e l’attenzione del pubblico al tema non si è fatta attendere.

Centinaia di condivisioni, decine di commenti, pagine consigliate dai manager della GDO di tutto il mondo, Australia, Stati Uniti, Uk, Germania: i nostri video sono stati oggetto di attenzione di molta parte della GDO italiana e mondiale.

Il Video di commento al nuovo format sul nostro canale Youtube ha superato in cinque giorni le 2500 visualizzazioni.

Il banner, strumento di comunicazione figlio della pubblicità a piena pagina delle riviste cartacee, è un antico antenato che attende una folta platea in una stanza del Museo Egizio, è preistoria.

Se vuoi comunicare su GDONews contatta subito commerciale@gdonews.it e scrivi chi sei e quale vuole essere il tuo messaggio alla GDO

GDONews è lo strumento che fa della moderna comunicazione una missione per incontrare nuovi compagni di viaggio: sul portale, sui social networks, su Youtube.

Fare comunicazione nel 2018 non è più inserire la propria foto dentro il cellophane dei magazine, semmai è la capacità di fare compagnia agli occhi stropicciati di un manager che prima di dormire o appena alzato guarda che novità ci sono sul telefono. E noi ci siamo.

Ma per noi esserci, significa essere lì per voi, per dare la possibilità all’industria di trasmettere i giusti messaggi al Retail, quelli che una volta si realizzavano con gli appuntamenti, ottenuti con le unghie e con i denti dopo mesi passati al telefono.

 

Tagged with:

COMMENTA

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi contrassegnati sono obbligatori *

ARTICOLI CORRELATI

Torna su