Bayernland Italia, azienda leader nella produzione lattiero-casearia, ha presentato in occasione di Cibus 2024 il restyling del packaging dei suoi prodotti, considerando la veste grafica un vero e proprio elemento strategico imprescindibile di comunicazione con il consumatore finale.

Bayernland ha voluto che il packaging riflettesse maggiormente l’identità attuale dell’azienda, approdando a un design più moderno e distintivo che rende i prodotti facilmente riconoscibili a scaffale e che si fa portavoce della modernità della regione bavarese, comunicando l’affidabilità, la sicurezza e la competenza che da sempre contraddistinguono Bayernland nel settore.

La nuova texture del packaging prevede uno sfondo blu attraversato dal nome del marchio in grandi lettere bianche. Il blu, leggermente tendente all’azzurro, è stato scelto per trasmettere professionalità, sottolineando la maestria e la lunga esperienza del brand nella produzione di una vastissima gamma di referenze.

Il restyling mira a trasferire al cliente finale la sua distinzione per standard qualitativi, controllo della filiera, della catena del freddo e l’eccellenza delle materie prime, pilastri dell’approccio produttivo di Bayernland.

Nei nuovi packaging il logo nei suoi colori tradizionali spicca in contrasto nell’alto della confezione per lasciare spazio al blu, che fa da sfondo all’immagine nitida del prodotto ricettato posta in primo piano, e al nome del Brand a grandi lettere. La linea senza lattosio riprende l’impostazione grafica generale, utilizzando però i colori bianco e fucsia per indicare purezza e identificare i prodotti “lactose free”.

Bayernland Italia rappresenta da 50 anni un simbolo di eccellenza nel settore lattiero-caseario in Italia. Bayernland Italia si è distinta per la sua capacità di offrire al mercato italiano prodotti di altissima qualità e di unire la tradizione casearia bavarese e le esigenze e i gusti del consumatore italiano. L’azienda è conosciuta per la sua gamma diversificata di prodotti, che include formaggi freschi e stagionati, mozzarelle, burro, panna e una varietà di specialità, tutti realizzati con i più elevati requisiti di sicurezza alimentare e sottoposti a rigorose verifiche lungo tutta la filiera.

Il prodotto finale e il suo pack sono il risultato di un lungo processo che parte da lontano e che viene supervisionato in ogni singola fase. La qualità eccezionale del latte è il punto di partenza: assicura la base per realizzare prodotti che si distinguono per il gusto e la versatilità. I controlli sul latte iniziano ancor prima che venga munto, perché gli accertamenti sul foraggio e sulla salute delle mucche sono rigidi e costanti. L’organo responsabile per la qualità del foraggio è il governo dell’Alta Baviera, più precisamente il Ministero Statale Bavarese per l’Ambiente e la Salute, i cui esperti garantiscono l’applicazione del piano di controllo nazionale in tutto il territorio bavarese che prevede 40.000 verifiche all’anno. Una volta munto, il latte crudo raffreddato che viene raccolto presso gli allevatori deve superare rigorose ispezioni: le prime avvengono grazie a speciali veicoli che rilevano automaticamente dati come temperatura, valori di PH, data e ora del prelievo, quantità e numerosi altri parametri e campioni di latte vengono portati in laboratori per test cadenzati.

Giunto in latteria, che deve essere certificata dimostrando di soddisfare precisi requisiti riguardo strutture e attrezzature, processi produttivi, igiene e sistemi di monitoraggio autonomi, il latte deve superare ulteriori molteplici accertamenti, sia presso i propri laboratori che presso laboratori esterni e altri enti di certificazione. Solo allora il latte può essere lavorato e trasformato nella molteplicità di prodotti che Bayernland propone. I prodotti, quindi, arrivano nel deposito di Verona e vengono tenuti sotto sorveglianza anche i tempi di caricamento e scaricamento dei camion, che devono avvenire nel minor tempo possibile.

Si procede, quindi, alla rilevazione della temperatura dei prodotti trasportati e del vano refrigerato del mezzo di trasporto; inoltre si effettua l’esame degli imballaggi e dei prodotti, di cui si controllano sia la freschezza, sia la data di scadenza. Fino a che i prodotti si trovano nel deposito centrale questa vigilanza viene condotta regolarmente.

Il monitoraggio della catena del freddo risulta ovviamente fondamentale per assicurare che sulle tavole del consumatore arrivi un prodotto fresco e di valore che rispetti tutte le caratteristiche originarie con cui è stato prodotto. Una volta arrivati in punto vendita, è compito dei negozianti posizionare i prodotti nei banchi frigo a temperatura controllata e vigilare su date di scadenza e corretta esposizione. Sono la straordinaria qualità e la freschezza del latte e dei latticini bavaresi di Bayernland a dare le massime garanzie al Retail.

Un controllo di filiera dunque assolutamente impeccabile, che riesce a dare piena garanzia sui prodotti che il consumatore può acquistare. È questo è tra gli altri uno dei motivi per cui Bayernland ha ripensato i suoi pack. Ha voluto abbandonare lo stile bucolico che vedeva la mucca distesa sul divano, per tramettere il rigore dell’approccio tedesco ai processi produttivi e dare conferma all’acquirente finale dell’affidabilità dell’azienda. Perché anche il packaging è importante, è il linguaggio tramite il quale un Brand si racconta, è il punto di contatto tra marchio e consumatore e trasmette l’identità di un’azienda. Con il restyle, Bayernland è riuscita perfettamente nell’intento di aumentare la connessione tra marchio e acquirente, perché ora i pack riflettono perfettamente tutti i valori che stanno dietro le scelte aziendali in merito a processi, standard qualitativi, attenzione per il consumatore e rispetto della promessa di qualità.