Venerdì 8 settembre, riapre il Conad Giardino di Forlimpopoli inaugurazione con la Sindaca Milena Garavini

Cambiamenti in vista per il supermercato Conad Il Giardino di Forlimpopoli, che è stato completamente rinnovato e riapre al pubblico venerdì 8 settembre alle ore 9.

In rappresentanza dell’amministrazione comunale sarà presente la Sindaca Milena Garavini, che taglierà il nastro assieme all’amministratore delegato di CIA-Conad, Luca Panzavolta. Il parroco don Stefano Pascucci sarà presente per benedire il negozio prima dell’apertura.

Il negozio si trova in Via Ho Chi Min 32 e offre un’area di vendita di oltre mille metri quadri. All’interno vi lavorano più di 40 persone. L’attività è gestita dai soci Conad Caterina Fabbri e Cristian Spadazzi, referenti della snc Il Nuovo Giardino.

La principale novità è la pescheria con banco servito, ma l’aggiornamento ha interessato tutti i reparti, con particolare attenzione ai punti di forza del marchio Conad, primo nel mercato italiano: il reparto ortofrutta, la macelleria servita e con lavorazione tradizionale, la gastronomia con una vasta selezione di pietanze calde e fredde pronte da consumare. Sugli scaffali trovano ampio spazio le referenze dei produttori locali del percorso “SiAmo Romagna”. 

Il Conad mette a disposizione un largo ventaglio di servizi, tra cui le casse veloci automatizzate, il pagamento attraverso Conad Card, i carrelli per animali e il parcheggio gratuito. Gli orari di apertura sono dal lunedì al sabato dalle 7 alle 20; la domenica dalle 8,30 alle 12,30.

«Il Conad Giardino di Forlimpopoli — dice l’amministratore delegato di CIA-Conad, Luca Panzavolta — ha una lunga storia e rappresenta da sempre un punto di riferimento per la nostra cooperativa e per la comunità di Forlimpopoli. La gestione attuale porta avanti una tradizione di soddisfazione del cliente che grazie al nuovo volto potrà esprimere al meglio le proprie potenzialità. In questo modo  rinnoviamo il rapporto con un territorio di cui ci sentiamo parte, e a cui vogliamo offrire il meglio in termini di servizio, convenienza, qualità e impegno».