giovedì 18 Luglio 2024

Italmopa: l’andamento delle quotazioni del frumento legato all’evoluzione dei mercati internazionali, noi subiamo gli effetti

L’andamento delle quotazioni del frumento tenero e  del frumento duro nazionali è strettamente legato all’evoluzione dei mercati internazionali sulla quale gli operatori delle filiere nazionali,  e in particolare l’Industria della prima trasformazione, non possono in alcun modo influire. Questo  concetto è stato ribadito dal Presidente di  Italmopa Associazione Industriali Mugnai d’Italia,  Andrea Valente  introducendo il suo intervento nel corso del Tavolo di filiera cereali svoltosi ieri 3 agosto presso il Ministero dell’agricoltura, della sovranità alimentare e delle foreste e presieduto dal Ministro Lollobrigida e dal Sottosegretario La Pietra.

Il Tavolo ha consentito di sviluppare un confronto proficuo tra tutte le rappresentanze della filiera e di illustrare nuovamente la posizione dell’Industria molitoria su alcuni dossier ritenuti da Italmopa di particolare rilevanza.

Il Presidente Valente ha quindi ricordato il ruolo insostituibile dell’Industria molitoria nel selezionare, miscelare e trasformare le migliori varietà di frumento e la rilevanza delle importazioni  in un Paese, come l’Italia, strutturalmente deficitario in materia prima ed esportatore di prodotti trasformati.

Importazioni di frumento che, da sempre, sono complementari e non alternative alla produzione nazionale, ed effettuate, come inequivocabilmente risulta dai costanti e rigorosi controlli degli organi pubblici preposti, nell’assoluto rispetto di tutte le normative comunitarie e nazionali, in particolare in materia di sicurezza alimentare. Tutte le notizie finalizzate a creare disinformazione in merito rischiano di avere un impatto negativo sui consumi del prodotto allo scaffale e di risultare deleterie non solo per l’Industria ma anche per tutto l’insieme degli operatori della filiera.

La competitività della filiera, ha precisato Valente, non può in alcun modo prescindere dal superamento delle criticità della produzione nazionale e i contratti di filiera rappresentano, in questo contesto, uno strumento assolutamente indispensabile.

Occorre inoltre evitare l’introduzione di inutili e onerosi aggravi burocratici a carico delle Aziende del comparto molitorio, destinati inevitabilmente a ripercuotersi sui consumatori. Il riferimento è, in particolare, all’introduzione di un registro di carico e scarico nel comparto dei cereali, che peraltro appare assolutamente superfluo tenuto conto dei numerosi strumenti e procedure di controllo già attivati dalle varie Amministrazioni competenti per il monitoraggio delle produzioni e dell’origine del grano trasformato.

Con specifico riferimento, infine, al comparto del frumento duro, Italmopa ha ribadito che le Commissioni prezzi delle Borse Merci operano complessivamente in modo efficace e trasparente. Una sospensione della loro attività non può e non potrà in alcun modo essere presa in considerazione laddove dovesse essere ripristinata, con l’accordo della parte acquirente, la Commissione Sperimentale Nazionale frumento duro.

NOTA DELLA REDAZIONE DI GDONEWS

Sul comunicato di Italmopa le vedute sono in qualche passaggio divergenti. A tal proposito riproponiamo l’ultima puntata del “Supermercato delle idee” dove si affronta proprio il tema dei prezzi del grano duro e le sue previsioni.

Dott. Andrea Meneghini
Dott. Andrea Meneghinihttps://www.gdonews.it
Analista ed esperto di Grande Distribuzione alimentare. E’ un attento osservatore delle dinamiche evolutive dei diversi format in Italia ed in Europa. Collabora con alcuni Gruppi della GDO italiana nelle aree di crisis communication management e news management. Affianca la Direzione Generale di alcuni Gruppi della GDO nella gestione delle strategie aziendali. Collabora anche con aziende del Mass Market Retail all'estero come assistant manager sull'italian food. Si può contattare scrivendo a meneghini@gdonews.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui
Captcha verification failed!
CAPTCHA user score failed. Please contact us!

Ultimi Articoli

Unes avanza nel rebranding: nuove ristrutturazioni a Torino, Treviglio e Gavirate

0
La catena di grande distribuzione Unes continua il suo percorso di rebranding, avviato lo scorso novembre, trasformando tutti i suoi negozi sotto la nuova...

Nova Coop apre ad Ivrea un nuovo superstore

0
Da giovedì 18 luglio, la città di Ivrea, in provincia di Torino, accoglierà l'apertura di un nuovo superstore realizzato da Nova Coop. Situato in...

MD arriva a quota 186 negozi in Lombardia con il nuovo...

0
Il primo punto vendita MD a Lissone ha aperto le sue porte con un simbolico taglio del nastro al femminile, eseguito dalla Store Manager....

A Crescentino (VC) inaugura il primo PetStore Conad della zona

0
A Crescentino (VC) apre il primo PetStore Conad di via Faldella, un negozio con un'ampia gamma di servizi e prodotti per i nostri amici...

Apre il nuovo Crai Villafranca: focus su prodotti locali e freschi

0
Giovedì 4 luglio è stato inaugurato il nuovo supermercato Crai Villafranca, in provincia di Forlì. Il punto vendita offre oltre 2000 referenze, di cui...